×

Colleferro, Maurizio di Meo morto per esposizioni all’amianto: l’Inail risarcirà la famiglia

Il macchinista Maurizio di Meo era morto nel 2018 per le troppe esposizioni all'amianto: l'Inail dovrà risarcire economicamente la sua famiglia

macchinista

Maurizio di Meo era un macchinista scomparso 4 anni fa, nel 2018, a causa di un tumore ai polmoni. L’uomo, che all’epoca aveva 60 anni, è morto a causa delle troppe esposizioni all’amianto. La famiglia dell’uomo è riuscita ad ottenere un risarcimento economico da parte dell’Inail

Colleferro, macchinista ucciso dalle esposizioni all’amianto: l’Inail risarcirà la famiglia

Maurizio di Meo lavorava come macchinista presso le ferrovie dello Stato di Colleferro. L’uomo si era ammalato per un mesotelioma pleurico causato dalle troppe esposizioni all’amianto. La malattia lo aveva stroncato in poco tempo. La moglie, Maria Manciocco, si era vista respingere la richiesta di risarcimento fatta all’Inail, nonostante quella malattia fosse presente nelle tabelle. Per questo motivo, la vedova si era rivolta all’Osservatorio Nazionale Amianto.

La decisione presa dal Tribunale e il risarcimento per la famiglia di Maurizio

I giudici del Tribunale di Velletri hanno imposto oggi all’Inail il risarcimento. L’avvocato Ezio Bonanni ha dichiarato in merito: Un’altra vittoria nella lotta all’amianto. Mi dispiace soltanto che ancora, per questioni ormai assodate, si debba adire il Tribunale con lungaggini che potrebbero essere assolutamente evitate. Si tratta di una sofferenza ulteriore per le famiglie delle vittime che già hanno perso un familiare a causa di una malattia contratta sul posto di lavoro.”

Contents.media
Ultima ora