×

Come conservare le orchidee

default featured image 3 1200x900 768x576

orchidee1Gli appassionati del fai da te utilizzano diversi metodi per conservare fiori freschi e foglie per utilizzarli poi in composizioni floreali e lavori di bricolage.

La glicerina può dare ottimi risultati quando viene utilizzata con il fogliame di un’orchidea piuttosto che con il suo fiore. La pianta assorbe la soluzione di glicerina attraverso uno stelo reciso. La glicerina sostituisce l’umidità della pianta, rendendo il fogliame duttile. Il processo, però, scurisce la pianta; è infatti adatto maggiormente a piante mature e fresche.

ISTRUZIONI
1. Recidere la parte di orchidea che si desidera conservare con la glicerina e immergere le parti recise in un vaso pieno d’acqua calda per circa due ore.

2. Unire una parte di glicerina a due parti di acqua calda. Utilizzare l’acqua del rubinetto il più calda possibile.

3. Versare il composto di glicerina in un vaso vuoto in modo che sia profondo circa 7 cm.

4. Tagliare le estremità dei gambi recisi e fare un taglio trasversale alla base di ogni stelo. Mettere il tutto nel vaso con la miscela di glicerina, sommergendo le recisioni.

5.

Posizionare il vaso in un luogo buio, caldo e asciutto e lasciarlo indisturbato per circa tre settimane.

6. Controllare periodicamente il vaso durante le tre settimane, e aggiungere la soluzione di glicerina nel contenitore quando il livello scende sotto i 7 cm.

7. Togliere i gambi dalla soluzione e tagliare leggermente le estremità.

8. Raggruppare gli steli e appenderli a testa in giù in un luogo asciutto e buio per circa due settimane.

Note:
I fiori adatti alla conservazione in glicerina sono erica, narcisi, semi di clematide, eringio marino, statice, alchimilla, ortensia, campanella d’Irlanda e gypsophila o velo di sposa.

NOTA BENE: Non lasciare i gambi nella soluzione troppo a lungo, in quanto può causare un effetto di spurgo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora