×

Concluso vertice tra Biden e Putin: al centro la questione dell’Ucraina

L'incontro bilaterale tra Biden e Putin è giunto al termine. Al centro del vertice è stata messa la questione dell'Ucraina.

vertice USA Russia

Quello tra Biden e Putin è stato un incontro molto caldo al cui centro sono state messe molte questioni di rilievo. Si è parlato in particolare della situazione dell’Ucraina, dell’Afghanistan oltre che dell’espansione della Nato a Est. Proprio sull’Ucraina, tuttavia, gli USA avrebbero espresso particolare preoccupazione, tanto che la Casa Bianca ha informato che avrebbe preso provvedimenti in caso di escalation militare sul Paese. 

Vertice USA Russia, la preoccupazione sulla situazione in Ucraina

La Casa Bianca – riporta ANSA – ha espresso in modo forte e chiaro l’intenzione di sostenere la sovranità dell’Ucraina.  “Il presidente Joe Biden ha manifestato le profonde preoccupazioni degli Usa e dei nostri alleati europei sull’escalation delle forze russe intorno all’Ucraina e ha messo in chiaro che gli Stati Uniti e i loro alleati risponderanno con forti misure economiche e di altro genere in caso di escalation militare”. 

Vertice USA Russia, l’obiettivo del colloquio

Nel frattempo la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki- scrive Rainews – ha affermato che l’obiettivo dell’incontro è quello di “comunicare diplomaticamente che è il momento per la Russia di ritirare le forze militari al confine con l’Ucraina”.

Di converso, da parte del portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, è stato precisato che non è intenzione della Russia attaccare l’Ucraina:  “La Russia non intende attaccare nessuno. Ma  abbiamo i nostri timori e le nostre linee rosse”. 

Vertice USA Russia, le possibili conseguenze in caso di invasione Ucraina

Sarebbero diversi intanto i provvedimenti che la Casa Bianca starebbe valutando in tal senso. Nel caso in cui dovesse verificarsi un’escalation militare nei confronti dell’Ucraina, Biden – informano fonti della CNN – potrebbe essere pronto a sanzionare pesantemente Mosca. 

A spiegare chiaramente la situazione è Jake Sullivan consigliere per la sicurezza nazionale che, alla CNN ha dichiarato: “Ti guarderò negli occhi e ti dirò, come il presidente Biden ha guardato negli occhi Putin e gli ha detto oggi, che le cose che non abbiamo fatto nel 2014 siamo pronti a farle ora”.

Ha infine spiegato: “Ha ribadito il sostegno dell’America alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina. Ha detto direttamente al presidente Putin che se la Russia invadesse ulteriormente l’Ucraina, gli Stati Uniti e i nostri alleati europei avrebbero risposto con forti misure economiche”

Contents.media
Ultima ora