×

Cos’è la truffa dello “schema Ponzi” e come difendersi

Che cos'è lo "schema Ponzi"? Il funzionamento della maxi truffa che ha raggirato migliaia di italiani, scoperta dalla procura di Cagliari

schema Ponzi

La maxi truffa con lo “schema Ponzi”, scoperta dalla procura di Cagliari, è un raggiro che ha mietuto migliaia di vittime. 

Cos’è lo “schema Ponzi”, il funzionamento della truffa

Lo “schema Ponzi” ha un funzionamento apparentemente semplice. I truffatori, secondo l’accusa, avrebbero aperto delle società finanziarie in Italia e all’estero, per crearsi una clientela.

Migliaia di persone ignare, hanno creduto alle parole dei truffatori che promettevano investimenti molto redditizzi, salvo poi non vedersi versare nemmeno un euro. Alcuni investitori vedevano arrivare un primo ritorno economico in tempi molto brevi, ma quei soldi erano prelevati da altri clienti, in uno schema che incentivava a fidarsi, per poi restare fregati. Le denunce di alcune vittime hanno fatto scattare le indagini.

La scoperta della procura di Cagliari

Sul caso ha iniziato a lavorare la procura di Cagliari. Gli indagati sono ora accusati di associazione a delinquere finalizzata all’abusivismo finanziario, alla truffa, al riciclaggio e autoriciclaggio. Le indagini, partite nel 2018, hanno subito messo al centro la figura di Roberto Diomedi, ex broker, oggi in carcere. Insieme a lui coinvolti anche il fratello e la sorella, residenti in Sardegna, una donna della provincia di Varese che si occupava del marketing e un uomo saudita residente in Svizzera.

A loro si aggiungono tre persone di Oristano, definite come promotori finanziari dell’operazione, e un uomo di Como cofondatore di alcune società. La guardia di finanza ha messo sotto sequestro beni per un valore totale di quasi 5 milioni di euro.

Contents.media
Ultima ora