×

Covid, la curva dei contagi è in rialzo: cosa ne pensano gli esperti

Negli ultimi sette giorni abbiamo assistito ad un rialzo della curva del contagi. Sono diversi gli esperti che si sono espressi al riguardo.

Covid casi aumentano esperti

In questi ultimi sette giorni abbiamo assistito ad un aumento della curva dei casi di covid.  Si tratta questa di una situazione che ha portato ad una lunga riflessione da parte di diversi esperti che, sentiti da Adnkronos, hanno fatto il punto della situazione su come si sta evolvendo la pandemia in questi ultimi giorni arrivati ormai alla soglia della primavera. 

Covid, i casi aumentano: il commento degli esperti

Il direttore della Clinica di Malattie Infettive al San Martino di Genova Matteo Bassetti proprio parlando dell’aumento dei casi avvenuta in questa ultima settimana, ha invitato a prestare particolare attenzione non tanto alla percentuale di positivi quanto piuttosto ai dati legati all’ospedalizzazione e ai casi gravi. Ha quindi spiegato: “Questi dati sono in continua discesa. I reparti Covid sono quasi vuoti o si stanno svuotando”. Ad ogni modo ha sottolineato come l’attenzione al virus si sia abbassata: “Non dobbiamo mollare tutto ma qualche misura va alleggerita”. 

Pregliasco: “L’aumento dei casi non deve allarmarsi”

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha posto l’accento sul fatto che la tensione legata alla diffusione dei contagi si sia allentata. Proprio per questo motivo l’aumento dei contagi non dovrebbe essere motivo di allarme. Ha poi spiegato: “Vediamo l’effetto complessivo sul medio periodo ma non credo che avremo un picco. C’è una progressione di miglioramento ma non così repentina. Il numero dei morti sta scendendo e questo è l’elemento più bello”.

In ogni caso ha sottolineato che l’invito deve rimanere quello di continuare a fare attenzione. “È chiaro che da quando non se ne parla più c’è questa percezione di liberi tutti”. 

Gismondo: “I positivi non ci devono assolutamente allarmare”

Anche la microbiologa Maria Rita Gismondo, durante la sua riflessione ha messo in evidenza come il numero dei casi non deve allarmare. Ha poi tranquillizzato:  “A parte un’attenzione epidemiologica che deve sempre essere mantenuta […] non ci deve essere nessun allarme nemmeno se questi aumentano.

Positivi e malati sono due cose diverse”.

Contents.media
Ultima ora