×

Covid, Merkel: “Variante Delta sempre più dominante, la pandemia non è finita”

Durante un vertice del Parlamento Europeo, la cancelliera Merkel ha commentato l’andamento della pandemia Covid e la diffusione della variante Delta.

Pandemia

La cancelliera tedesca Angela Merkel si è espressa in merito all’andamento della pandemia da coronavirus in Europa e nel mondo e ha ribadito le preoccupazioni dei governi e della comunità scientifica internazionale rispetto al dilagare della variante Delta.

Covid, Merkel: “Variante Delta sempre più dominante, la pandemia non è finita”

Nel corso di un intervento pronunciato in conclusione di un vertice organizzato presso il Parlamento europeo, la cancelliera Angela Merker ha affrontato il tema della pandemia e della progressiva diffusione della variante Covid: “Alla luce dell‘ampia diffusione della variante Delta, sempre più dominante anche nel nostro continente, non possiamo purtroppo dire di essere già alla fine della pandemia o che ci stiamo avvicinando alla fine. Nel Regno Unito e in Israele stiamo assistendo ad un aumento dei casi e anche dei ricoveri.

Posso solo sottolineare ancora una volta di indossare le mascherine all’interno degli edifici e non rinunciare al distanziamento per evitare di nuovo il diffondersi della pandemia”.

Covid, Merkel: Ursula von der Leyen sulla variante Delta

I medesimi temi affrontati dalla cancelliera Angela Merkel sono stati oggetto di riflessione anche per la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen che, al termine del vertice, ha ribadito la necessità di non sottovalutare l’andamento della pandemia in Europa, soprattutto in considerazione della sempre maggiore diffusione della variante Delta, nota anche come variante indiana.

A questo proposito, quindi, la presidente della Commissione Europea ha spiegato: “Per il fine settimana, almeno il 60% degli adulti saranno vaccinati con almeno una dose, ed il 40% con entrambe le dosi. La soluzione, per contrastare la variante Delta, è vaccinare, vaccinare, vaccinare”.

Covid, Merkel: Variante Delta nel Regno Unito

Al momento, tra i Paesi maggiormente colpiti dalla variante Delta figura soprattutto il Regno Unito: nella Nazione, infatti, i contagi legati alla mutazione importata dall’India corrispondono ormai al 95% dei nuovi casi emersi in Gran Bretagna.

Una simile circostanza è stata comprovata dalle ricerche e dai dati pubblicati dalla Public Health England (PHE), struttura annessa al sistema sanitario nazionale britannico. Gli esperti della PHE, inoltre, hanno rivelato che, durante l’ultima settimana, l’incidenza della variante Delta nel Regno Unito è aumentata del 46%, provocando un aumento di circa 35.000 casi positivi.

Al contempo, tuttavia, crescono in modo molto più lento i decessi e le ospedalizzazioni, grazie all’effetto positivo legato alla campagna vaccinale.

Contents.media
Ultima ora