> > Covid, parla il dentista no vax con il braccio finto in silicone: "Mi avete r...

Covid, parla il dentista no vax con il braccio finto in silicone: "Mi avete rovinato la vita"

dentista no vax

"Mi avete rovinato la vita", così il dentista biellese no vax che si è presentato al centro vaccinale con il braccio finto.

La notizia del dentista che si è presentato al centro vaccinale di Biella con un braccio finto in silicone è rimbalzata in lungo e in largo.

Ora a parlare è proprio Guido Russo, dentista 57enne che è stato sospeso dall’ordine dei medici odontoiatri dopo aver rifiutato la vaccinazione:  “Mi avete rovinato la vita”, ha risposto ai giornalisti che si sono presentati davanti a casa sua. 

Dentista no vax, la risposta ai giornalisti 

Poche e chiare parole quelle espresse dal dentista biellese che, davanti ai giornalisti non ha esitato ad aggiungere che avrebbe chiamato le Forze dell’ordine: “Andate via, chiamo i carabinieri”, ha quindi dichiarato di tutta risposta. 

Dentista no vax, l’uomo non ha fatto mistero della sua posizione 

Eppure a ben vedere, che l’uomo fosse contrario ai vaccini era chiaro e palese. Il 57enne infatti, sul suo studio aveva esposto un cartello nel quale veniva precisato come l’esibizione della certificazione verde fosse soltanto “volontaria”. 

Dentista no vax, l’infermiera che lo ha scoperto: “Mi ha insospettito la strana posizione della mano”

A parlare di cosa è successo durante quei minuti al centro vaccinale è la stessa infermiera incaricata di somministrare la dose.

Sentita da Fanpage.it, Filippa Bua ha dichiarato: “Se ne sarebbe accorto qualsiasi infermiere. All’apparenza sembrava un palestrato, con il petto e le braccia gonfie, ma subito mi ha insospettito la strana posizione della mano, all’inizio pensavo avesse una protesi […] Ho controllato il colore della pelle che aveva sulla spalla e l’ho confrontato in un istante con quello del viso e della mano e non quadrava. Così quando ho toccato il braccio per tastarlo prima dell’iniezione mi sono accorta che era gommapiuma”.