> > Emilia, terremoto di magnitudo 3.2 tra Bologna e Pistoia

Emilia, terremoto di magnitudo 3.2 tra Bologna e Pistoia

Terremoto Bologna Pistoia

Tre scosse di terremoto sono state registrate da Ingv sull'Appennino emiliano, tra Bologna e Pistoia. Continua lo sciame sismico sul Vesuvio.

Tre scosse sismiche sono state registrate in provincia di Bologna, sull’Appennino emiliano.

Secondo i dati forniti dall’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia), il primo terremoto, di magnitudo 3.2, si è verificato alle ore 1.06 a una profondità di 18 chilometri sotto la superficie terrestre. La seconda scossa è stata registrata alle ore 1.11, di magnitudo 2.4. Infine, la terza, di magnitudo 2.3, è stata avvertita alle ore 1.33. L’epicentro dei tre sismi si trova a cinque chilometri a sud-est di Castel d’Aiano, Comune in provincia di Bologna, e a 16 chilometri da Sambuca Pistoiese.

Al momento le autorità locali non hanno segnalato danni a persone o cose.

Napoli, terremoto sul Vesuvio

Continuano le scosse che stanno facendo tremare la terra intorno al Vesuvio. Da giorni l’Osservatorio Vesuviano registra uno sciame sismico che ha come epicentro proprio il vulcano napoletano. L’Ingv ha segnalato una scossa di magnitudo 2.4 alle ore 00.42. L’epicentro si trova cinque chilometri dal Comune di Ottaviano.

L’ipocentro è stato calcolato a una profondità di due chilometri e si troverebbe proprio nel cono del Vesuvio.

Il giorno precedente i sismologi hanno registrato diverse scosse, tra cui quattro principali di magnitudo 2.0, 1.8 e due a 1.0. In tutti i casi si tratterebbe di terremoti superficiali, generati a poca distanza dalla crosta terrestre. Gli esperti assicurano che si tratta della normale attività sismica del vulcano.

“L’energia degli eventi è bassa e rientra nella normale attività di un vulcano attivo come il Vesuvio”, ha dichiarato Francesca Bianco, direttrice dell’Osservatorio. “Non c’è assolutamente nulla di cui allarmarsi. Non abbiamo avuto alcuna segnalazione che gli eventi siano stati avvertiti dalla popolazione e non ci sono stati danni né a cose né a persone”.