×
Home > Cronaca > Milano, maestro aggredito a scuola durante un colloquio
12/12/2018 | di Andrea Cerabolini

Milano, maestro aggredito a scuola durante un colloquio

A Milano un maestro elementare è stato aggredito dalla madre 25enne di un suo alunno e dal fratello 28enne.

Dopo i numerosi casi che recentemente hanno messo in evidenza una crisi dei rapporti tra il mondo dei docenti e quello dei genitori degli alunni di scuole di ogni ordine e grado, una nuova storia di violenza riporta in prima linea il problema. Il quartiere della Comasina di Milano è stato infatti teatro di un nuovo e grave episodio di aggressione nei confronti di un’insegnante. Leonardo Lo Ioco, maestro 46enne, e insegnante di matematica presso l’istituto elementare “Sorelle Agazzi” di Piazza Gasparri, è stato ripetutamente colpito con pugni al volto e calci nel corso di un colloquio familiare.

Secondo le prime ricostruzioni fatte dalle forze dell’ordine prontamente intervenute sul posto, l’uomo era impegnato in un colloquio con la madre 25enne di un alunno di seconda elementare.

Madre che si è presentata presso la scuola accompagnata dal fratello 28enne, in quanto il padre risulterebbe in prigione. Ancora non è chiaro quale sarebbe stato il motivo che ha scatenato la lite e poi l’aggressione. Aggressione che comunque ha portato all’intervento dell’ambulanza, e al ricovero del maestro all’ospedale Niguarda.

L’intervento delle Forze dell’Ordine

Intervenuta sul posto la Polizia, che sta ora cercando di determinare la dinamica degli avvenimenti. Le indagini hanno comunque portato all’emersione alcune precedenti tensioni tra il maestro aggredito e il preside dell’istituto presso il quale lavora.

L’insegnante avrebbe già infatti ricevuto una lettera di richiamo, anche se al momento non si conoscono i contenuti di tale comunicazione. Secondo l’insegnante aggredito si tratterebbe però di una ritorsione dovuta al suo orientamento sessuale, secondo lui non gradito al preside.

Una versione che però sembrerebbe non convincere appieno gli investigatori, che cercheranno ora di capire se l’uomo abbia mantenuto delle condotte scorrette. Unica cosa certa al momento è però l’aggressione. Che secondo l’insegnante sarebbe stata ampiamente preannunciata dai due, che accusavano il maestro di malmenare il bambino. Bisognerà però ora attendere, per capire se dopo il referto dei medici il maestro procederà con la denuncia dei due aggressori.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche