Padova, operato al torace: 17enne morto sotto i ferri | Notizie.it
Padova, operato al torace: 17enne morto sotto i ferri
Cronaca

Padova, operato al torace: 17enne morto sotto i ferri

intervento

Un 17enne si è sottoposto ad un intervento al torace per la rimozione di due barre metalliche. Una emorragia interna però lo ha portato alla morte.

Tragedia in ospedale a Padova. Un ragazzo di 17 anni residente a Villafranca Padovana, si era sottoposto ad un intervento al torace per la rimozione di 2 barre metalliche. Qualcosa però è andato storto e il giovane è morto sotto i ferri a causa di un’emorragia interna. La famiglia, sconvolta per l’accaduto, si è rivolta ad un legale chiedendo che venga eseguita l’autopsia sul corpo del ragazzo.

Famiglia sconvolta

I genitori, originari di Taggì di Sopra a Villafranca Padovana, sono distrutti. Un 17enne è deceduto nella giornata di lunedì 10 dicembre, nel corso di un intervento. Quando il ragazzo aveva 15 anni gli erano state inserite due barre metalliche per l’ampliamento della cassa toracica, che risultava essere troppo stretta. A distanza di un anno e mezzo era giunto il momento di toglierle, motivo per il quale il ragazzo era finito in sala operatoria. L’intervento sarebbe dovuto durare 3 ore, ma il giovane è morto a seguito di una complicazione sopraggiunta nella sala operatoria del reparto di Chirurgia pediatrica dell’ospedale di Padova.

I genitori hanno denunciato l’accaduto specificando che i medici non avevano descritto loro l’operazione come complicata o difficile.

Complicazioni durante l’intervento

Anche se impreviste, le complicazioni sono arrivate, e non hanno lasciato scampo al giovane. A causare la morte è stata un’emorragia interna che i medici non sono riusciti ad arrestare nonostante abbiano tentato interventi a trasfusioni. Il ragazzo è stato trasportato in rianimazione al centro Gallucci, dove però è deceduto poco dopo. Nella mattinata di martedì 11 dicembre la famiglia è stata informata della morte del figlio.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche