×

Ariccia, 78enne muore in un incendio in casa

Il rogo sarebbe stato causato da un cortocircuito delle luci di Natale di un altro appartamento. L'uomo è rimasto ucciso dalle esalazioni del fumo.

Ad Ariccia, nel comune di Castelli Romani, nella città metropolitana di Roma, un incendio scoppiato in una palazzina ha causato la morte per le esalazioni del fumo di un 78enne, un bidello in pensione che viveva da solo.

Incendio ad Ariccia, morto un uomo

Un uomo di 78 anni è morto a causa di un incendio scoppiato in una palazzina ad Ariccia, nel comune di Castelli Romani. La tragedia è avvenuta nelle prime ore del 21 dicembre, nel centro storico del Comune, a Corso Giuseppe Garibaldi, intorno alle 7:30. Sul posto sono intervenuti la Polizia Locale, i Carabinieri di Ariccia, per le indagini, e i Vigili del Fuoco per domare le fiamme.

Secondo i primi riscontri l’incendio si è sviluppato in un appartamento al secondo piano dove abita un 46enne.

Il fumo, generato dal rogo, è salito fino all’appartamento superiore, dove risiedeva un anziano: le esalazioni sono state fatali per il 78enne, ex bidello in pensione, che viveva da solo. L’uomo stava dormendo, e nel sonno si è spento.

Rogo causato dalle luci di Natale

Per agevolare le operazioni i Carabinieri hanno fatto subito evacuare provvisoriamente la palazzina. Due appartamenti, su indicazione della procura di Velletri, sono stati posti sotto sequestro.

Il 45enne proprietario dell’appartamento dove è scoppiato l’incendio è stato trasportato al pronto soccorso dei Castelli Romani, dove non verserebbe in gravi condizioni. Ferito e medicato sul posto anche un altro uomo. Il rogo potrebbe essere scoppiato a causa di un corto circuito generato delle luci dell’albero di Natale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche