Catania, italiano arrestato per apologia del terrorismo | Notizie.it
Catania, italiano arrestato per apologia del terrorismo
Cronaca

Catania, italiano arrestato per apologia del terrorismo

polizia
Una donna di 44 anni è evasa dai domiciliari. Si è poi presentata nella caserma dei carabinieri per chieder ed esser portata in carcere a causa della fame.

Un italiano convertito all'Islam è stato arrestato a Catania per apologia di terrorismo. L'uomo utilizzava i social per istigare alla guerra santa.

La Polizia di Catania ha arrestato un 32enne italiano con l’accusa di apologia del terrorismo. Il giovane utilizzava infatti internet per istigare la partecipazione ad associazioni terroristiche. Il 32enne è italiano, ma si sarebbe convertito all’Islam nel 2011. Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo aveva iniziato anche a istigare alla guerra santa contro gli infedeli.

Una lunga indagine

L’arresto è avvenuto a conclusione di una complessa indagine portata a termine dalla sezione antiterrorismo della Digos di Catania con il coordinamento della direzione centrale della Polizia di prevenzione, e il contributo della Polizia postale della città. Appurata l’accusa nei confronti del 32enne, il
Gip del Tribunale di Catania ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a suo carico. L’uomo sarebbe un pregiudicato.

Dal momento della sua conversione, infatti, è stato verificato come il 32enne abbia utilizzato i social network per fare propaganda e diffusione mediatica di contenuti legati alla guerra Santa.

Un altro fermo a Palermo

Nel capoluogo siciliano, a inizio 2019 era stato emesso un altro mandato di arresto nei confronti di un tunisimo.

Anche a suo carico l’accusa di apologia di terrorismo. Sul suo profilo Facebook, sarebbero stati trovati infatti video e foto che inneggiavano all’Isis e immagini di decapitazioni, nonché materiale
di propaganda di attività legate a gruppi islamici. Tra i suoi contatti risultavano anche i nomi di alcuni estremisti.

Dopo l’arresto, l’uomo avrebbe riferito di essere a conoscenza dell’esistenza di un’organizzazione criminale che gestisce il traffico di esseri umani, il contrabbando di tabacchi, e aiuta i ricercati per terrorismo a espatriare.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche