×

Firenze, gli servono detersivo invece della cedrata: 34enne ricoverato

Un uomo di 34 anni è stato ricoverato d'urgenza con gravi ustioni interne dopo aver bevuto del detersivo in un bar di Barberino Val D'Elsa.

Firenze, beve detersivo invece della cedrata
Firenze, beve detersivo invece della cedrata

Un uomo di 34 anni è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale fiorentino di Careggi per le conseguenze di un avvelenamento. All’uomo è stato somministrato del liquido tossico in un bar nel centro di Barberino Val D’Elsa, nei pressi del capoluogo toscano.

Gli inquirenti ipotizzano che si tratti di un potente detersivo. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, il 34enne si sarebbe presentato nel locale chiedendo una cedrata. Il liquido tossico che ha assunto gli ha provocato delle gravi ustioni interne. Al momento, la prognosi resta riservata. Sull’episodio indagano i Carabinieri della compagnia di Scandicci e della stazione di Tavarnelle Val di Pesa. Le forze dell’ordine hanno sequestrato il contenitore dal quale è stato versato il liquido tossico e hanno eseguito i necessari rilievi nel locale.

Sul posto sono intervenuti anche gli agenti del Nas di Firenze.

Lecce, 28enne beve brillantante al bar

Il 19 gennaio, un uomo di 28 anni è stato avvelenato con del brillantante per lavastoviglie. La vittima, un giovane imprenditore, si trovava in un bar di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, e ha chiesto un bicchiere d’acqua, al posto del quale gli è stato servito del detersivo. Il 28enne è stato immediatamente trasferito all’ospedale Panico di Tricase.

I medici lo hanno sottoposto a un intervento per asportargli lo stomaco, gravemente ustionato dal liquido tossico.

Secondo le indagini condotte dai Carabinieri, il barista gli avrebbe somministrato il brillantante per errore. Il dipendente non sarebbe stato a conoscenza dell’abitudine dei gestori del locale di conservare il detersivo in una comune bottiglietta d’acqua. Dopo averlo bevuto, il cliente ha immediatamente accusato segni di malessere: ha vomitato ed è svenuto.

Contents.media
Ultima ora