×

Incidente in motoslitta: muore un 17enne italiano, grave il padre

Federick Scaramella, 17 anni, sarebbe morto sul colpo. Nell'incidente è rimasto ferito gravemente anche il padre del giovane.

bambino caduto slittino

Nel terribile incidente con la motoslitta avvenuto in val Mesolcina, sulle Alpi svizzere, ha perso la vita un ragazzo italiano di 17 anni. Il padre del giovane, un artigiano 45enne di Samolaco, in provincia di Sondrio, è gravemente ferito e, come riferito da diversi media nazionali, si trova al momento ricoverato all’ospedale di Bellinzona, nel cantone Ticino.

La vittima è Frederick Scaramella, giovane adolescente originario della Valchiavenna.

L’incidente e le ricerche

Come ricostruito dai primi bollettini sull’incidente, Frederick sarebbe morto sul colpo, mentre il padre è rimasto ferito gravemente. Ancora non si conoscono le esatte dinamiche dell’incidente: i soccorritori elvetici riferiscono solo che il giovane è precipitato per diverse centinaia di metri dopo che la motoslitta a bordo del quale si trovavano i due valchiavennaschi è uscita di pista.

Una volta scattato l’allarme, a Mesocco è stato allestito un campo base per la ricerca da cui sono partiti anche diversi elicotteri. Il recupero di padre e figlio è stato infine effettuato dalla Rega, guardia aerea svizzera di soccorso.

Le morti sulla neve

I soccorritori avrebbero poi provveduto a trasferire il 45enne in una struttura attrezzata di Bellinzona, dove l’uomo è stato sottoposto a cure immediate. Il corpo senza vita del figlio resta sul suolo svizzero, in attesa di ricevere dalla magistratura grigionese il nulla osta per il rimpatrio, come la legge elvetica richiede in questi casi.

Quello di Frederick è solo l’ultimo caso di una drammatica escalation di incidenti mortali sulla neve: dopo la morte della piccola Camilla sulle piste della Val di Susa, all’inizio di gennaio a perdere la vita era stata un’altra bambina di 8 anni, morta dopo un drammatico incidente sulla pista da slittino del Renon.

Contents.media
Ultima ora