×

Piemonte, torna l’inverno: gravi disagi in tutto il territorio

Torna l'inverno in Piemonte. Neve e strade chiuse: disagi registrati in tutta la regione.

maltempo piemonte

Nonostante il calendario dica che siamo in primavera, il meteo sembra volerci far tornare all’inverno. I primi giorni di aprile hanno portato piogge e rovesci su tutto il Paese, con fenomeni nevosi sui rilievi. In Piemonte, in particolare, il record è di 120 centimetri di neve caduti sull’Alpe Veglia, ma nevicate più deboli hanno interessato anche le Alpi Marittime e Cozie orientali.

Disagi registrati in tutto il territorio regionale: nel cuneese hanno riportato danni alcune centraline dell’Enel, mentre è stato chiuso a tempo indeterminato il traforo del Colle di Tenda.

Gravi disagi in Valsesia

Pioggia e vento stanno mettendo in ginocchio la Valsesia. La neve è scesa fino ai 450 metri e ha causato la caduta di diversi alberi che hanno bloccato le strade. Alcune valli sono poi impraticabili come la Valle Cogna e la Valle di Rassa.

Viabilità rallentata sulla provinciale 299 dove è consentito circolare con catene e pneumatici da neve. Le operazioni sono coordinate da tutti i vigili del fuoco disponibili in Valsesia, provenienti da Varallo, Aalagna, Cravigliana e Romagnano. In azione anche i mezzi spazzaneve e le squadre dell’Enel che si stanno occupando di ripristinare la corrente.

Problemi alle vie di comunicazione

La ferrovia per Locarno è stata bloccata per danni alla linea elettrica e sono stati istituiti dei bus sostitutivi.

I rami caduti hanno poi reso impraticabili diverse strade, tra cui la statale del Lago Maggiore, che è stata interdetta al traffico. La superstrada dell’Ossola è stata ristretta ad una sola corsia per un tratto. Il sindaco di Re ha poi chiesto la chiusura della statale 337.

Sui rilievi la neve ha raggiunto il metro nella valle dal Monte Rosa all’Ossola. A Torino, tra la serata e la notte di mercoledì, sono caduti circa 20 millimetri di neve. Previsto un miglioramento nella giornata di venerdì 5 aprile: una perturbazione più debole si abbatterà poi sulla regione tra la serata di sabato e la mattinata di domenica.

Contents.media
Ultima ora