×

Morto Leonardo Ceccarelli, colpito da emorragia cerebrale in palestra

Il 24enne era in coma irreversibile. Se n'è andato stroncato da un'emorragia cerebrale che lo ha colpito mentre si allenava in palestra a Frosinone

Leonardo Ceccarelli
Leonardo Ceccarelli

A Leonardo Ceccarelli non sarebbe mai stato diagnosticato qualche serio problema di salute. Niente che avrebbe dovuto allarmarlo o costringerlo a stare sotto controllo. Conduceva una vita attiva e sana. Faceva sport, lavorava nella tabaccheria di famiglia e usciva con gli amici.

Ed era proprio in compagnia del suo migliore amico quando ha iniziato ad avvertire il dolore. Doveva essere un pomeriggio tranquillo, uguale a tanti altri, invece si è trasformato in una tragedia. I due giovani ragazzi si stavano allenando in palestra a Frosinone, quando Leonardo è stato maledettamente colpito da un’emorragia cerebrale.

Dopo 10 giorni estenuanti, in cui Leonardo ha continuato a lottare nonostante il coma irreversibile, il 24enne è deceduto giovedì 4 aprile 2019 al policlinico di Tor Vergata.

Le condizioni del ragazzo erano apparse subito disperate. Infatti, stando a quanto riferito da Fanpage.it, l’emorragia cerebrale che l’ha colpito è stata molto intensa e già poche ore dopo il ricovero i medici avevano dichiarato il coma irreversibile. Un giorno prima della sua morte, mercoledì 3 aprile, avrebbero dovuto staccare i macchinari che permettevano a Leonardo di respirare. Ma i genitori si erano opposti: i due non hanno smesso di sperare, fino all’ultimo non si sono arresi all’idea di vedere senza vita il loro giovane figlio.

Le ultime parole di Leonardo Ceccarelli

All’improvviso, durante il consueto allenamento in palestra, Leonardo ha avuto un malore. Dice all’amico che era con lui di sentire dei giramenti di testa: “Non mi sento per niente bene”, avrebbe sussurrato all’amico prima di accasciarsi al suolo. Immediatamente il personale della palestra e le altre persone presenti nella struttura hanno chiamato i soccorsi.

In molti pensavo si trattasse di un semplice calo di zuccheri dovuto allo sforzo intensivo dell’allenamento. Sfortunatamente però, quando i medici lo hanno visitato hanno diagnosticato una situazione molto più grave. Le condizioni di Leonardo Ceccarelli sono apparse disperate fin da subito. Qualche ora dopo l’equipe medica ha dichiarato il coma irreversibile. Adesso un medico legale dovrà effettuare l’autopsia sulla salma del giovane. Così sarà possibile far luce sull’episodio e comprendere se l’emorragia sia stata causata da un problema congenito o da altri fattori.

Contents.media
Ultima ora