> > Perugia, genitori aggrediti denunciano il figlio dipendente dall'alcol

Perugia, genitori aggrediti denunciano il figlio dipendente dall'alcol

alcolizzato

Il padre e la madre di un cinquantenne dipendente dall'alcol lo hanno denunciato alla Polizia di Perugia per episodi di violenza fisica e psicologica.

La polizia di Perugia ha vietato a un uomo di 50 anni di riavvicinarsi alla casa dei suoi genitori e ai luoghi abitualmente frequentati da loro.

Dal 2017 il figlio, che viveva insieme al padre e alla madre, tornava abitualmente a casa ubriaco e iniziava a insultarli, minacciarli di morte e aggredirli fisicamente. La coppia per evitare i maltrattamenti aveva scelto di dormire in garage.

Aggrediti dal figlio ubriaco

Secondo quando hanno scoperto gli agenti, l’uomo aveva precedenti per guida in stato d’ebbrezza e da più di due anni era protagonista di vari episodi di violenza fisica e psicologica.

Il 50enne era dipendente dall’alcol e ne faceva uso ogni giorno. Vittime delle sue reazioni erano soprattutto il padre e la madre, che venivano abitualmente ricoperti di insulti, minacce di morte e aggressioni fisiche. I genitori anziani hanno finalmente deciso di trovare riparo dal figlio dopo anni di sopportazione, spinti da un episodio successo recentemente. Alcune settimane prima di arrivare alla fatidica denuncia, i genitori avevano rifiutato di dare al cinquantenne i soldi che lui chiedeva con insistenza, consapevoli che voleva usarli per comprare alcol.

L’uomo aveva avuto una reazione folle: dopo averli minacciati di morte, insultati e aggrediti, aveva abbattuto qualsiasi cosa avesse visto. Spaventati da questo avvenimento, nei giorni successivi pur di non rivedere il figlio in quelle condizioni avevano scelto di dormire in garage e si erano decisi a sporgere denuncia. In seguito alla richiesta, è stata emessa dal gip presso il Tribunale di Perugia una misura cautelare che impedisce all’uomo di nuovamente importunare i genitori.

Se non rispettasse il divieto, il figlio potrebbe finire in carcere.