×

Lucca, va a fare benzina e si dà fuoco: 41enne muore carbonizzato

Condividi su Facebook

Dramma a Lucca, dove un uomo di 41 anni si è suicidato in un distributore di benzina. Si è dato fuoco con un accendino.

lucca-carbonizzato
Lucca, morto carbonizzato alla pompa di benzina: suicidato

Dramma a Lucca: un uomo di 41 anni si è dato fuoco volontariamente ed è morto, in macchina, carbonizzato. Nel pomeriggio di sabato 18 aprile, presso la pompa di benzina Angeli sulla via Romana a Capannori, a breve distanza dal centro e dalla chiesa.

L’uomo, morto carbonizzato, si è suicidato. Per cause ancora tutta da chiarire un uomo di 41 anni, ha accostato il proprio veicolo con cui è arrivato, una Renault Twingo, nei pressi delle pompe di carburante. Dalle immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza, esaminate dagli inquirenti, si nota il 41enne che dopo aver inserito il denaro nella cassa automatica, aver avuto il via per eseguire l’operazione come in un normale rifornimento, ha estratto la pistola automatica ma anziché inserirla nel serbatoio, l’ha cosparsa su tutto il veicolo.

Lucca, 41enne morto carbonizzato

Il 41enne ha innescato, forse con un accendino, la combustione prima di salire a bordo. Alla scena hanno assistito dei testimoni che avrebbero notato la vittima entrare volutamente all’interno dell’auto.

Il cadavere è stato ritrovato sul sedile, come se non ci fosse stata nessuna intenzione di allontanarsi dalle fiamme. In zona ci sono diverse abitazioni che hanno visto il bagliore e sentito l’esplosione della vettura, dilaniata dal calore. Il pericolo, per gli altri, era costituito dalla vicinanza con gli erogatori di carburante.

Al distributore di Lucca sono arrivati prontamente i vigili del fuoco che sono riusciti ad evitare guai peggiori.

Sul luogo anche i vigili urbani di Capannori, i carabinieri e gli agenti della polizia di Stato, oltre alle ambulanze della Misericordia di Lucca e della Croce Verde di Porcari. Inizialmente gli inquirenti non avevano escluso nessuna ipotesi, compresa quella dell’incidente: una scintilla o un altro fattore che avesse scatenato l’incendio. Dopo aver visionato i filmati, però, non ci sono stati dubbi circa la scelta volontaria del 41enne.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
giovanni del moro
19 Aprile 2020 22:33

R.i.P


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.