×

Nuovo Ponte Morandi, varata l’ultima campata: le parole di Conte

Suonano le sirene delle navi nel porto di Genova, l'ultima campata del nuovo ponte Morandi è stata varata.

ponte genova nuovo morandi

Dopo 620 giorni Genova ha il nuovo ponte Morandi. Doveva essere una grande festa ma per colpa dell’emergenza coronavirus l’occasione è stata molto più sobria, nel capoluogo ligure anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli.

Le dichiarazioni del presidente del Consiglio Conte

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha commentato: “La mia presenza qui oggi è testimonianza del fatto che lo Stato non ha mai abbandonato Genova.

Sono qui anche con grande piacere, noi oggi suturiamo una ferita perché ricongiungiamo una fondamentale arteria di comunicazione al centro di questa città. Siamo anche consapevoli che questa ferita non potrà essere completamente rimarginata perché ci sono 43 vittime e noi non dimentichiamo. Ci stiamo impegnando al massimo perché tragedie del genere non devono più ripetersi. Qualcuno ha parlato di miracolo, io credo sia possibile parlare di miracolo senza enfasi.

C’è anche una portata simbolica perché questo è un cantiere simbolo non solo per Genova ma per l’Italia intera, il cantiere dell’Italia che sa rialzarsi, dell’Italia che si rimbocca le maniche, dell’Italia che non si lascia abbattere e sopraffare neanche da una tragedia così dolorosa”.

Visualizza questo post su Instagram

Oggi riprese molto particolari presso il cantiere dell’ex Ponte Morandi. Grazie a @filippoppy per averci coinvolti! . #genova #pergenova #zena #pontemorandi #ilpontedigenova #polcevera @ilponte_genova @genovamorethanthis #cantiere #bridge

Un post condiviso da Wonderland Production ? Video (@wonderlandproduction) in data: 4 Mag 2020 alle ore 12:16 PDT

Il presidente del Consiglio ha continuato soffermandosi sulla tragedia: “Le immagini avevano fatto il giro del mondo, però adesso a fare il giro del mondo saranno queste immagini, della maestria e della creatività italiana. Il modello Genova cercheremo di replicarlo, Genova ci insegna che il più grande atto di amore che noi dobbiamo a noi stessi e all’Italia intera è nel ripartire insieme, nel prenderci per mano, farci forza l’un l’altro, mostrarci solidarietà ma soprattutto sul presupposto che ciascuno faccia quello che sa che deve fare. Se lavoreremo in questo modo pur nella consapevolezza delle difficoltà incredibili che stiamo affrontando, noi avremo coraggio, determinazione, avremo una di direzione da inseguire, non ci fermeremo ad additare i nemici, quella è una distrazione ma avremo affetti da proteggere e affetti da sostenere. Questa comunità ha saputo riprendere il cammino dopo il buio può vedere la luce è una luce che dà speranza all’Italia intera“.

Terminati i lavori del nuovo ponte Morandi

Suonano le sirene delle navi nel porto di Genova, l’ultima campata è stata varata. Nella tragedia del 14 agosto di due anni fa, 43 persone morirono nel crollo del ponte Morandi. Dopo tempi record Genova vedrà idealmente il nuovo ponte lungo 1067 metri e composto da 19 campate poste a 40 metri di altezza, sorretti da 18 piloni. Sull’ultima campata, 44 metri per circa 800 tonnellate, è stata allestita una grandissima bandiera di Genova, il vessillo bianco con la croce rossa di San Giorgio.

Nella notte del 27 e 28 aprile il tricolore ha illuminato l’intera nuova struttura. “Consola vedere che questa opera è nata da un grande lavoro collettivo – ha spiegato all’ANSA l’architetto Renzo Piano, assente all’inaugurazione perché in isolamento nella sua casa a Parigi – e che sia stata realizzata in tempi molto brevi”.

Il ponte Morandi

È una giornata speciale” ha commentato il presidente del Consiglio appena arrivato sul cantiere. Per l’occasione sono stati presenti anche la ministra alle Infrastrutture Paola De Micheli, il commissario per l’emergenza e governatore della regione Liguria Giovanni Toti, il commissario straordinario per la ricostruzione Marco Bucci e i vertici di Fincantieri, di Salini Imprergilo e della joint venture PerGenova.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Delio
28 Aprile 2020 18:15

Allargamento, non finito, di un breve tratto della Tiburtina in località Settecamini a Roma: oltre venti anni.


Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora