×

Coronavirus, in Toscana l’epidemia sta finendo

Condividi su Facebook

In Toscana il coronavirus si avvia all'esaurimento. Nonostante il lockdown continua a scendere l'indice Rt e le terapie intensive si svuotano.

coronavirus Toscana

Nonostante la fine del lockdown il coronavirus in Toscana sta scomparendo. Secondo l’ultimo rapporto dell’Ars, l’indice Rt è pari a 0,7. La regione tira un sospiro di sollievo e si svuotano le terapie.

Coronavirus, in Toscana fine dei contagi

La Toscana si rialza e riparte più forte di prima. Alcuni pensano alle vacanze altri si riversano sulle spiagge della regione ed altri ancora guardano ai dati dei nuovi contagi. Secondo l’ultimo rapporto dell’Ars, l’Agenzia regionale della sanità, in Toscana “i nuovi casi giornalieri hanno raggiunto numerosità molto basse (inferiori a 10 mediamente) e l’epidemia sembra tendere all’esaurimento anche dopo le due riaperture del 4 e 18 maggio.

Attualmente 10 malati contagiano mediamente circa 7 persone. L’indice Rt è infatti pari a 0,7 negli ultimi giorni e questo è coerente con l’esaurimento dell’epidemia, perché i nuovi contagiati tendono ad essere meno di quelli dei giorni precedenti”.

I dati del coronavirus in Toscana

Stando all’ultimo aggiornamento dell’Ars “sono 1.380 i toscani al 28 maggio i positivi (13,7% della casistica totale) una parte dei quali (153 persone, 11,1%) ricoverata in ospedale.

Un dato in diminuzione da un mese circa, grazie al progressivo aumento dei pazienti che guariscono e alla costante diminuzione dei nuovi casi positivi”.

Nelle province l’andamento della malattia non risulta uniforme. Difatti, Massa Lucca e Ferrara hanno avuto un trend di crescita più rapido rispetto alle altre, seguite anche da Firenze. Le province meno colpite, invece, sono Livorno e Siena. Ad oggi, in tutte le province il trend sembra aver esaurito la sua crescita.


I decessi e le terapie intensive

La provincia di Massa e Carrara è stata quella più colpita. A seguire Firenze, Lucca e Pistoia. Tutta la zona a sudest della Toscana è meno interessata al fenomeno. La letalità sul territorio si aggira intorno allo 10,2% e si mantiene al di sotto della media nazionale (14,3%).

I posti in terapia intensiva dedicati ai pazienti di covid-19 erano 150 e sono arrivati a 394 alla fine di aprile.

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Annalibera Di Martino

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.