×

Il 3 giugno 1963 moriva il “Papa buono”: Giovanni XXIII

Condividi su Facebook

Il 3 giugno 2020 ricorre il 57esimo anniversario di morte di Giovanni XXIII: alle ore 16 sarà ricordato con una messa trasmessa in streaming.

anniversario-morte-papa-giovanni-xxiii
Il 3 giugno 1963 moriva Papa Giovanni XXIII

Il 3 giugno 1963 si spegneva il Papa buono: Giovanni XXIII. Angelo Giuseppe Roncalli è stato il 261esimo vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica. Fu eletto papa il 28 ottobre 1958 e in meno di cinque anni di pontificato riuscì ad avviare il rinnovato impulso evangelizzatore della Chiesa Universale.

Giovanni XXIII è comunemente ricordato come il “Papa buono”.

L’attribuzione di tale soprannome si è palesata in particolare nel corso della visita del pontefice alla parrocchia di San Tarcisio al Quarto Miglio, a Roma, la domenica delle palme del 17 marzo 1963.

In piena campagna elettorale, i segretari dei partiti decisero all’unanimità di eliminare gli striscioni elettorali e di sostituirli con grandi lenzuoli su cui spiccava la dicitura “Evviva il Papa buono”.

Anniversario di morte di Papa Giovanni XXIII

Papa Giovanni XIII è stato beatificato da Paolo Giovanni II il 3 settembre 2000. La beatificazione per il Papa buono fu concessa grazie alla miracolosa guarigione improvvisa, avvenuta a Napoli il 25 maggio 1966, di suor Caterina Capitani, delle Figlie della Carità, affetta da una gastrite ulcerosa emorragica gravissima che l’aveva ridotta in fin di vita.

La suora, dopo aver pregato papa Giovanni XXIII insieme con le consorelle, avrebbe avuto una sua visione, seguita dalla subitanea guarigione, dichiarata in seguito scientificamente inspiegabile dalla Consulta medica della Congregazione per le Cause dei Santi.



Nel 1963 il settimanale statunitense Time nominò Giovanni XXIII Persona dell’anno 1962 e, per l’occasione, pubblicò in copertina, a tutta pagina, l’immagine del pontefice.

Il pontificato di Angelo Giuseppe Roncalli fu segnato da episodi ricordati dalla memoria popolare. Un tratto distintivo e costante era la battuta.

Le celebrazioni per l’anniversario

Subito dopo la morte di papa Roncalli, il piccolo paese del bergamasco che gli diede i natali ha preso il nome di Sotto il Monte Giovanni XXIII che è meta di numerosi pellegrinaggi. Oltre alla casa natale, particolarmente significativo è il museo che monsignor Loris Francesco Capovilla, suo segretario particolare fin dai tempi del suo episcopato a Venezia, ha allestito dal 1988 nella residenza di Ca’ Maitino (sempre presso Sotto il Monte), dove Roncalli era solito recarsi per le sue ferie estive prima di essere eletto papa.


In occasione del 57esimo anniversario di morte, al Santuario di Sotto il Monte Giovanni XXIII mercoledì 3 giugno alle 16 il vescovo di Bergamo presiederà una solenne celebrazione eucaristica, che sarà trasmessa anche con i consueti canali Facebook per consentire, in tempi di pandemia da Coronavirus, di prendere parte simbolicamente a tutti i fedeli. Al termine della liturgia, il vescovo pronuncerà a nome di tutti la solenne supplica a San Giovanni XXIII.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.