×

Proposta di matrimonio in ospedale a Fucecchio: lei muore dopo 48 ore

Condividi su Facebook

Tragedia a Fucecchio: Chiara è morta due giorni dopo aver ricevuto la proposta di matrimonio dal fidanzato Edoardo.

anello ospedale fucecchio
anello ospedale fucecchio

È diventato virale su Facebook un video che mostra Edoardo Parisi mentre si trova nell’ospedale di Fucecchio, in provincia di Firenze, per fare la proposta di matrimonio alla fidanzata Chiara, ricoverata da tempo per un tumore al seno. Edoardo le chiede di sposarlo, ma solo due giorni più tardi Chiara muore.

Proposta di matrimonio in ospedale

Edoardo ha voluto chiedere la mano della fidanzata Chiara mentre si trovava ricoverata nell’ospedale di Fucecchio, con tanto di anello al dito. Da tempo non usava i social, ma per questo lieto evento ha deciso di postare un video che ha commosso gli utenti in tutta Italia.

Da un po’ di tempo volevo dirtelo, poi rimanda rimanda. Mi vuoi sposare?” le chiede. Chiara lo guarda emozionata, e con sorpresa grida: “Ma che dici?”. Poi sorridono e complici si abbracciano.

Purtroppo Chiara è morta soli due giorni dopo a causa di un tumore al seno. Ai suoi funerali amici e parenti hanno voluto liberare in aria tanti palloncini bianchi, come l’abito da sposa che avrebbe voluto indossare.

La forza di Edoardo e Chiara

Edoardo il giorno dopo ha voluto sfogarsi su Facebook: “Stamani mi sono svegliato. Ho dormito dopo non so quanti giorni. Ho fatto colazione, da solo… Ho pianto, di nascosto, nella doccia, proprio come facevo a casa perché sennò ti saresti arrabbiata. Fuori c’è il sole che brilla e un leggero vento mi accarezza la pelle. Ho aperto i social dopo tanto tempo, una cosa che due tipi come noi facevano ogni istante.

Ho visto tanti messaggi, più o meno belli, di tante persone. Sembrava veramente triste questa storia“.

Allora mi sono fermato e ho pensato che tu, durante la malattia, non sei mai stata triste – continua il post – Non perché non capissi la situazione, ma perché sapevi che la tua tristezza mi avrebbe inevitabilmente contagiato. E hai sempre sorriso e lottato e brillato“.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media