×

Coronavirus, Galli: “Sarà un autunno critico: prepariamoci”

Condividi su Facebook

La seconda ondata di Coronavirus arriverà a ottobre e sarà una situazione critica: lo afferma Massimo Galli.

coronavirus galli seconda ondata
Coronavirus, la seconda ondata? Ci sarà per Massimo Galli

Non ha più dubbi Massimo Galli, infettivologo e primario dell’Ospedale Sacco di Milano: il Coronavirus tornerà in autunno con una seconda ondata. E sarà una durissima battaglia che il popolo italiano si troverà ad affrontare. Per questo è fondamentale farsi trovare preparati al meglio delle proprie capacità.

In una lunga intervista concessa a Leggo, l’infettivologo sottolinea l’importanza del vaccino anti-influenzale in autunno: “Dobbiamo prepararci all’autunno con una strategia sanitaria contro il Coronavirus. È fondamentale la vaccinazione antinfluenzale di massa per accelerare la diagnosi del Covid-19 in caso di febbre, tosse, malessere”.

Galli e la seconda ondata di Coronavirus

Per Galli la seconda ondata di Coronavirus arriverà e c’è il rischio che a dicembre gli ospedali si trovino nuovamente completamente intasati: “Non voglio neanche immaginarlo – spiega ancora l’infettivologo milanese -. Mi raccomando, il calvario vissuto in questi mesi ci serva da lezione. Ritengo prioritaria l’estesa vaccinazione antinfluenzale, fra ottobre e novembre: non solo per gli over 65, ma anche per tutte le altre fasce d’età.

E perfino per i bambini come già accade in molti Paesi”.

Ma come difendersi? Per l‘esperto del Sacco di Milano non ci sono dubbi: “Bisogna evitare affollamenti. Anche i ragazzi che nei luoghi della movida eccedono non si rendono conto del rischio ancora presente. Per sé stessi, per i loro genitori e i loro nonni che sono più indifesi”.

Soprattutto in Lombardia dove il virus continua a circolare: “Servono test sierologici a tappeto.

Sono favorevole al pungi-dito per uno screening rapido iniziale e, quindi, per scovare i positivi. Quello che dobbiamo temere sono i super-diffusori, anche asintomatici, che sono in grado di infettare moltissime persone e rendono facilissima la diffusione di questo virus”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
35 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
sulvio
15 Luglio 2020 23:44

dovrebbe esserci un confronto aperto ad altri esperti prima di divulgare certe previsioni

Taglualatela
16 Luglio 2020 05:59

Nn ci sarà nessuna seconda ondata..al max dei piccoli focolai circoscritti in alcune regioni…questi virologi nn hanno capito un tubo…tutti con una preparazione terra terra in virologia….andate a studiare

luigi
16 Luglio 2020 22:59
Risponde a  Taglualatela

Avrei voluto che Lei avesse fatto un giro nei nostri reparti covid per vedere e rendersi conto… prevenire è molto meglio che soffrire e morire!

Marino
16 Luglio 2020 23:50
Risponde a  luigi

In quei reparti ci sono stati molti decessi semplicemente xchè hanno sbagliato le cure,si informi nn solo dai tg

max
19 Luglio 2020 12:25
Risponde a  Marino

per tutti quelli che la pensano così: perchè non firmano una dichiarazione in cui pretendono di non essere curati in caso di unfezione da Covid19?

Sabrina
20 Luglio 2020 21:49
Risponde a  max

Ben detto!

Antonio colella
17 Luglio 2020 09:19
Risponde a  luigi

Ci sarà non ci sarà.. Meglio prevenire..

Margherita
18 Luglio 2020 08:43
Risponde a  luigi

Sig. Luigi
sono daccordo con lei, purtroppo in molti non lo capiscono e preferiscono mettere la testa sotto la sabbia.

Alessandra
20 Luglio 2020 07:12
Risponde a  luigi

già intanto sono morte tantissime altre persone per malattie diverse, non sono state più curate, questa è follia……

Davide
20 Luglio 2020 09:33
Risponde a  luigi

Concordo.

Gino buono
17 Luglio 2020 00:09
Risponde a  Taglualatela

Infatti non è un virologo ma infettivologo. Per tutto il resto hai perfettamente ragione. Tarro ha detto e scritto che non ci sarà una seconda ondata ma focolai. Come dici tu.

Max
19 Luglio 2020 12:20
Risponde a  Taglualatela

Lei invece ha studiato molto?

Sim
19 Luglio 2020 14:17
Risponde a  Taglualatela

Peccato che questo non sia un virologo ma un infettivologo…
Staremo a vedere eh…

Gigi
20 Luglio 2020 09:58
Risponde a  Taglualatela

Credo che nessuno abbia capito molto di questo virus ma di sicuro un infettivologo del calibro del prof. Galli ne sa certamente più di noi ed è meglio che lo stiamo a sentire! Prevenzione è la parola chiave, usiamo tutti gli accorgimenti consigliati prima che sia troppo tardi e ci toccherà sopportare un’altro calvario solo per qualche festa in più! Basta guardare nel resto del mondo cosa sta succedendo!! Questo virus non si ferma con le chiacchiere!

Grazia
20 Luglio 2020 17:16
Risponde a  Taglualatela

Invece tu sei il premio Nobel della scienza?

Sergio
20 Luglio 2020 22:49
Risponde a  Taglualatela

Grazie, Nostradamus dei poveri!

Taglualatela stefano
16 Luglio 2020 05:59

Ciao

Emanuele Marghinotti
16 Luglio 2020 09:23

Mente sapendo di mentire. Qualsiasi infettivologo che non sia prezzolato sa che che i test sono inattendibili, esistono diverse terapie efficaci, e che le proiezioni su modelli matematici hanno finora fallito miseramente.
Il karma è una legge incontrovertibile.

Davide
20 Luglio 2020 09:35

Esistono molte terapie efficaci …. lo dimostra la situazione negli USA questo giusto ?

Gigi
16 Luglio 2020 14:26

Sconcertante. Ancora ci provate? Tutto quello che ci avete paventato fino ad ora non si è avverato. Il timore di riempire nuovamente gli ospedali dopo la riapertura del 4 maggio, i 150/mila in terapia intensiva a giugno, 2, 3 4 ondata. La verità è che il coronavirus se torna sarà un raffreddore e nulla più. Tuttavia, rammento che la cura più efficace <> Voi nemmeno la considerate e questo mina la vostra credibilità che è già pari a zero.Un giorno sarete costretti a spiegare il perchè del vostro agire al popolo italiano ed alla magistratura. L’esito di tutto ciò potete…immaginarlo.… Leggi il resto »

Davide
20 Luglio 2020 09:36
Risponde a  Gigi

Se torna ? Non mi pare che nel mondo sia scomparso ma anzi adesso stia contagiando anche più di 3 mesi fa…

Pablito
16 Luglio 2020 16:27

C’è un modo per esorcizzare la paura dovuta a un nuovo focolaio.
Dire minchia, aiuta tantissimo.
Un focolaio, un minchia.
Dieci focolai, dieci minchia.

Marco
16 Luglio 2020 20:07

Ma se anche fai il vaccino antinfluenzale l’influenza ti viene lo stesso

Brunilda Isufi
16 Luglio 2020 22:21

Per me qualcuno sta dando i numeri . I Super-diffusori sembra come se qualche alieno stia infettando la terra 🙏

Qanon
16 Luglio 2020 22:31

Coglione in malafede

filippo murgia
16 Luglio 2020 23:38

galli è un terrorista prezzolato, traditore dei propri simili e della professione medica. arriverà il giorno in cui gli verrà presentato il conto.

Yuri
17 Luglio 2020 22:42

A) il vaccino antinfluenzale aumenta il rischio di Covid di 36%
B) l’efficacia del suddetto vaccino è attorno ai 40%.

Detto ciò……

Insomma, un criminale che non si nemmeno informa.

Gianluca
20 Luglio 2020 22:53
Risponde a  Yuri

Cretinate in libertà. Ma non ti preoccupare, a giudicare dalla marea di cazzate simili alla tua sei in buona compagnia.

Luigi
21 Luglio 2020 22:04
Risponde a  Yuri

Fantastico leggere le bufale dei novax che rilanciano le loro ridicole e soprattutto pericolosissime battaglie attaccando le opinioni degli stimati studiosi come Galli.
Quella del pentagono e delle interferenze tra i vaccini è una delle tante panzane già sbugiardate: https://www.open.online/2020/04/25/coronavirus-no-non-esistono-studi-seri-che-dimostrano-un-collegamento-tra-vaccini-antinfluenzali-e-covid-19/
Mi vaccino da oltre 15 anni per l’influenza, lo farò anche e soprattutto quest’anno considerato che potrà essere utile a discriminare i casi di CoVid.

Rosario
18 Luglio 2020 12:01

Il virus non è mai andato via,solo che prima uccideva xké non avevano individuato un giusto piano terapeutico,ora le persone infette si curano a casa tranne chi ha già altre patologie.
Io non credo che x settembre o ottobre gli ospedali saranno di nuovo pieni…

Mario
18 Luglio 2020 16:59

Ma quelli che attaccano i virologi, per curiosità, in cosa si sarebbero laureati?

Gigi
18 Luglio 2020 19:17

E gia programmato, non è andato bene con questo, e devono ripetere!

Giuseppe
19 Luglio 2020 11:05
Risponde a  Gigi

Premetto che non farò mai il vaccino, ma scusate intanto dove sono i vaccini? Inoltre da quando iniettato ci vogliono 3 mesi prima che forse faccia effetto e dia la copertura parziale. Infine se è vero che tornerà in autunno mutato come farà il vaccino del primo covid 19 a essere efficace?

Stefania
25 Luglio 2020 11:14
Risponde a  Gigi

E un modo per sterminare più gente possibile!!!!

Mario Zechini
20 Luglio 2020 11:46

Il richiamo che il prof.Galli fa alla vaccinazione a me sembra sospetta. Perché ? perché solo un veggente può affermare con altrettanta certezza che il virus tornerà a colpire il prossimo autunno. Inoltre dà per scontato che il vaccino sia già disponibile per essere somministrato tra ottobre e novembre e mi chiedo come mai sarebbero bastati così pochi mesi di fronte alla ventilata ipotesi di almeno un anno,seppur di più. Prof. Galli,non é che Lei sia entrato a far parte di una squadra capitanata da Bill Gates ?


Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche