×

Coronavirus, preoccupano i casi degli immigranti positivi nel Lazio

Condividi su Facebook

Il Lazio teme ripercussioni per gli immigranti positivi al coronavirus arrivati da Lampedusa.

Coronavirus immigranti positivi Lazio

Le ultime settimane dell’emergenza coronavirus hanno riguardato in particolar modo la questione degli immigranti risultati positivi. È li l’attenzione mediatica e soprattutto della politica con Lega e Fratelli d’Italia che hanno più volte chiesto di fermare gli sbarchi per contenere il virus.

Il protocollo di sicurezza impone che chi arriva dal mare venga messo in quarantena, ma l’altro numero di sbarchi ha imposto lo smistamento dei migranti in più regioni d’Italia, presso strutture ricettive già attive nel settore della solidarietà. In tal senso preoccupa la situazione del Lazio, che martedì scorso ha accolto 320 persone che hanno lasciato la tensostruttura di Porto Empedocle, in Sicilia, per essere trasferiti nei centri di accoglienza laziali.

57 sono stati portati a Latina, 12 dei quali risultati positivi al coronavirus.

Coronavirus, preoccupano gli immigranti positivi nel Lazio

Le tensione in provincia di Latina non si limita però soltanto ai migranti positivi al covid-19 in quanto chi dei 57 non ha contratto il virus è stato trasferito in un centro di accoglienza della vicina Cori, che già ospitava 80 migranti.

La cosa non è stata accettata bene da tutti gli altri ospiti della struttura, visto che alcuni di loro dovranno essere trasferiti per far spazio ai nuovi arrivati. La crescente contestazione ha portato all’aggressione da parte di un migrante della Costa d’Avorio a due militari arrivati sul posto per cercare di convincerlo a liberare l’alloggio. Uno dei due è stato morso alla mano sinistra, l’altro invece ha riportato delle contusioni al braccio destro.

L’uomo è stato arrestato e denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Solidarietà ai militari feriti è arrivata da Angelo Tripodi, capogruppo della Lega alla Regione Lazio. “Un episodio grave, che la dice lunga sulla situazione di caos che si sta creando sul territorio per colpa delle politiche migratorie scellarate di questo governo. Abbiamo letto delle continue fughe di queste persone dalle strutture di accoglienza e siamo preoccupati per i rischi sanitari che ne possono derivare.

Certo, questo non è il modo migliore per rilanciare l’economia locale e attrarre turisti”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.