×

Fermo, padre porta in Questura figlio che era andato a rubare

Condividi su Facebook

A Fermo un padre ha portato il figlio ladro in Questura e l’ha fatto denunciare.

Bizzarra vicenda a Fermo. Un padre ha scoperto che il giovanissimo figlio ha partecipato insieme a un amico a un furto in un appartamento. Una volta venuto a sapere della situazione, il genitore ha obbligato il ragazzo ad andare con lui in Questura, al fine di confessare il suo coinvolgimento nel furto.

Erano stati i proprietari dell’appartamento visitato dai ladri ad allarmare le forze dell’ordine. Marito e moglie, infatti, avevano notato fuori la loro abitazione uno scooter e tutte le luci del piano superiore accese. Hanno iniziato ad avere dei sospetti, hanno chiamato il 113 e hanno urlato: “A ladro”. I due ragazzi sono stati colti di sorpresa e hanno iniziato a scappare. Visto che non potevano uscire dalla porta, hanno pensato bene di gettarsi da una finestra e fuggire in sella al loro scooter.

I due ladri sono stati denunciati

Durante la fuga, i due ladri hanno perso più volte l’equilibrio e sono finiti per cadere dal motorino. Nonostante le ferite, i ragazzi sono riusciti a scappare, credendo di farla franca. Dopo qualche ora, però, dinanzi alla casa derubata si è presentata una macchina con dentro un uomo e un ragazzo zoppicante e con ecchimosi e abrasioni su gambe e braccia. Sceso dall’auto, il signore ha spiegato di essere il padre del giovane, che aveva preso parte al furto e di essersi sentito in dovere di accompagnarlo.

Dinanzi all’evidenza, il giovane ladro ha finito per ammettere le proprie responsabilità e ha consegnato agli agenti uno zaino contenente la refurtiva. Anche il suo compagno, vista la situazione, ha preferito ammettere la sua colpevolezza. Entrambi sono stati denunciati.

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Collabora con Blasting News e con Notizie.it.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gimmy
25 Agosto 2020 07:53

Buon dì, non mi sembra bizzarro. Dovrebbe essere la normalità, ovvero un padre che si preoccupa dell’educazione del figlio. Bravo papà, ha fatto un ottimo lavoro.


Contatti:
Antonio Maione

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Collabora con Blasting News e con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.