×

Willy, fratelli Bianchi: “È caduto e si è rialzato, non so chi l’ha colpito”

Condividi su Facebook

I fratelli Bianchi hanno spiegato di non sapere chi ha colpito Willy Monteiro smentendo le accuse di chi attribuisce loro i colpi mortali.

bianchi
bianchi

Nonostante almeno quattro testimoni abbiano accusati i fratelli Bianchi di aver pestato Willy Monteiro, Marco e Gabriele hanno raccontato durante gli interrogatori a Rebibbia di non sapere chi ha colpito il giovane capoverdiano. Secondo quanto riportato da Repubblica potrebbe trattarsi di un patto di silenzio stretto subito dopo la rissa, che va però in contraddizione con quanto affermato da Belleggia, un’altro dei quattro indagati per omicidio volontario.

Fratelli Bianchi su pestaggio Willy

Gabriele Bianchi ha affermato che quella sera lui e il fratello si erano appartati insieme a tre ragazze per consumare un rapporto sessuale, fino a quando un amico li ha chiamati.

Arrivati in piazza a Colleferro, si sono trovati davanti ad una rissa: “Mentre cercavamo di capire, vedo Willy spostarsi come se fosse stato spinto, ma non ho visto da chi“. Dopo aver dichiarato che Belleggia era intervenuto nel pestaggio, ha ribadito di non sapere come sia caduto il 21enne capoverdiano. “Nemmeno lo ricordo. Poi siamo andati via“, ha chiosato.

Anche Marco sembra non ricordare esattamente i dettagli della rissa anche se ammette di aver avuto un contatto con Willy.

L’ho spinto perché stava discutendo in gruppo, è caduto ma poi si è alzato e sono andato via. L’ho spinto con le mani, non gli ho dato un calcio al torace. Non ho dato nessun colpo“, ha spiegato. A smentire il fatto che i due siano andati via dopo la rissa c’è però una foto scattata alle 3:49 a seguito del pestaggio. Questa ritrae una sosta dei due fratelli insieme a due ragazze in minigonna prima della fuga.

Il racconto di Marco va anche in contraddizione con quello di Mario Pincarelli, il quarto ragazzo arrestato, che ha affermato che “i Bianchi non hanno toccato nessuno“. Ma soprattutto con le dichiarazioni di Francesco Belleggia il quale ha così ricostruito la scena: “Marco sferra a Willy un calcio al petto, Willy cade indietro sulla macchina. Gabriele si dirige verso l’amico di Willy e lo picchia“. A quel punto sarebbe iniziata la rissa, con pugni e calci, mentre lui spiega di aver tentato di scappare per paura.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
3 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Miki
16 Settembre 2020 15:54

Un’altro non si scrive così

Giancarlo Saveriano
17 Settembre 2020 19:49

Questi F.lli Bianchi sono proprio degli incalliti farabutti che meritano l’ergastolo. Comunque la loro difesa è ridicola, come scarsi sono gli avvocati.

Marco
17 Settembre 2020 20:29

Sono stati i Pokemon! Bastardi e farabutti con il reddito di cittadinanza


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.