×

Covid, in Campania ospedali pieni: iniziano le riconversioni

Scarseggiano i posti letto, per il Covid gli ospedali in Campania sono pieni. Come durante il picco dell'epidemia al Nord, partono le riconversioni.

Ospedali pieni in Campania, il Covid costringe riconversione

I numeri del Covid in Campania rendono gli ospedali pieni, i posti letto liberi restano pochissimi, in rianimazione aumentano esponenzialmente i casi positivi. L’unità di crisi ha indicato come solo 30 i posti disponibili in questo reparto, mentre sono 41 quelli ricettivi in degenza.

Covid, Campania: ospedali pieni

Il Pronto Soccorso è sovraccarico, decine di pazienti sono in attesa di trasferimento e il sistema sanitario regge per il rotto della cuffia. A luglio 2020 l’unità di crisi aveva previsto 977 posti necessari in caso di picco dell’epidemia in Campania, ora ne sono stati identificati 1.651.

L’ospedale Cotugno si sta riorganizzando, con posti letto che da 144 diventano 220, sotto la guida di Maurizio di Mauro che lavora senza sosta da casa, essendo positivo al Covid. Per fare questo, ci sono stati accorpamenti oltre che turni di medici e infermieri provenienti da Monaldi e Cto, strutture dove le attività di ricovero non urgenti sono bloccate.

Campania, riconversione per Covid

Due reparti di rianimazione del Monaldi, da 24 posti, rimangono dedicati alle cure per i malati di Covid, mano a mano che proseguiranno le dimissioni dei positivi negativizzati.

Al Policlinico Federico II i posti sono raddoppiati da 10 a 20 ma restano solo 2 unità libere. Dal 21 ottobre alle ore 14, all’Ospedale del Mare verrà attivato un Covid-albergo e l’unità relativa subirà una completa riorganizzazione.

Sono 40 finora i posti letto attivati in degenza ordinaria, 8 di sub-intensiva con impiego del Day Surgery che ha sospeso l’attività ordinaria. Altri 10 posti letto arriveranno invece dall’Unità Spinale mentre nella Covid saranno 72 i posti in Rianimazione in parallelo al reclutamento del personale. Questa la situazione negli ospedali maggiori, il quadro generale vede attivarsi ogni struttura disponibile per far fronte alla nuova ondata di contagi in Campania.

Contents.media
Ultima ora