×

Covid, pediatra del Santobono: “Non baciate i bambini”

Condividi su Facebook

Il pediatra dell'ospedale Santobono fornisce alcune procedure da seguire per proteggere i bambini dal covid.

covid pediatra Santobono bambini

Da diverse settimane sono molti i pediatri che stanno potendo l’attenzione sul netto aumento dei casi covid anche tra i bambini, spesso molto piccolo. Lo aveva fatto la dottoressa Da Dalt, nei giorni scorsi, e ora anche Vincenzo Tipo, pediatra del Pronto Soccorso dell’Ospedale Santobono – Pausilipon, segue quanto già detto dalla collega: “Sono in aumento i casi di Covid-19 tra i bambini, dai neonati fino a 15 anni.

La metà dei bimbi positivi va da zero a 3 mesi. Al Pronto Soccorso dell’ospedale Santobono ne arrivano 4-5 al giorno”.

Covid, il pediatra del Santobono sui bambini

Il medico affida il suo appello ad un lungo post su Facebook in cui scrive: “Stiamo riscontrando, confermato anche dalle notizie ufficialmente trasmesse dalla Unità di Crisi, un incremento dei contagi tra i bambini da 0 a 15 anni.

Solo al PS del Santobono ne registriamo 4-5 al giorno in buona parte con sintomi non particolarmente preoccupanti”. “I sintomi – aggiunge – per la fascia d’età da zero a 3 mesi sono: febbre, inappetenza, irritabilità, diarrea, tosse e lievi difficoltà respiratorie”. Poi una stranezza riscontrata dal pediatra, e ciò che molto spesso le mamme dei bimbi nella fascia 0-3 mesi risultano negative, e dunque non sono loro la fonte del contagio dei piccoli.

È naturale pensare che il contagio per i piccoli arrivi dall’esterno. Su questo Tipo avanza una sua ipotesi: “Secondo noi il fenomeno è da ricercare nella cattiva abitudine di frequentare spesso ed insistentemente una casa dove c’è un neonato o un lattantino, di sbaciucchiarlo continuamente, di passarselo di braccia in braccia e di fare tutte quelle moine a noi tutti fin troppo note.

Questo non è più possibile”.

Tuteliamo i bambini

Il pediatra del Santobono si sofferma poi sull’importanza di proteggere i bambini dalle malattie, e naturalmente anche dal covid. “Sono organismi fragili e suscettibili pertanto vanno tutelati, protetti e non esposti a un potenziale pericolo. Ci permettiamo, pertanto, di consigliare queste semplici regole di comportamento quando in casa c’è un neonato o un bimbo di pochi mesi: limitare, se non evitare, visite di parenti, amici, conoscenti e vari; vietare a tutti ( compreso padre e fratelli) di stare vicino al bimbo senza indossare una mascherina ; non lasciare baciare il bimbo; manipolare il bambino solo dopo aver lavato le mani ed usato un gel idroalcolico; tenerlo, per quanto possibile, in un ambiente tranquillo e poco frequentato; arieggiare spesso l’ambiente di soggiorno”.

Regole dure a cui soprattutto gli italiani non sono abituati, ma che segnano inevitabilmente i tempi e la necessità di preservare la salute dei più piccoli.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

covid 50mila morti italia
Cronaca

Covid, 50mila morti in Italia

24 Novembre 2020
L’Italia raggiunge il picco di 50mila morti di covid in soli 60 giorni dopo l’allentamento delle misure preventive della scorsa estate.
Contents.media