×

Zona arancione: cosa si può fare dal 28 al 30 dicembre?

Cosa si può fare e cosa invece non è consentito dal 28 al 30 dicembre, periodo in cui l'Italia si trova in zona arancione?

zona arancione 28 dicembre
zona arancione 28 dicembre

Dopo quattro giorni di zona rossa, dal 28 al 30 dicembre, l’Italia torna arancione: cosa si può fare e cosa invece è vietato dal Decreto Natale?

Cosa si può fare in zona arancione?

Pur continuando a rimanere in vigore il coprifuoco notturno dalle 22 alle 5, ci saranno delle norme meno rigide in termini di spostamenti.

Si potrà per esempio circolare liberamente all’interno del proprio comune e, per coloro che vivono in comuni con meno di 5.000 abitanti, sarà possibile uscire rimanendo nel raggio di 30 km (anche recandosi in un’altra regione). Vige però il divieto di spostarsi verso i capoluoghi di provincia.

In tale periodo potranno inoltre riaprire i negozi con orari fino alle 21 in modo da evitare assembramenti all’interno e scaglionare gli ingressi.

Bar e ristoranti, invece, dovranno rimanere ancora chiusi effettuando soltanto asporto fino alle 22 e consegne al domicilio. Come in tutto il periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sarà sempre possibile fare rientro verso la propria residenza o domicilio.

Consentiti inoltre gli spostamenti di un nucleo familiare verso la seconda casa, ma soltanto se si trova all’interno della propria regione. Vietato invece recarvisi se si trova una regione diversa da quella di residenza.

Le Faq del governo specificano infatti che “lo spostamento dalla seconda casa al luogo di lavoro non può essere addotto come motivo giustificativo di un nuovo rientro nella seconda casa, in un’altra regione, nello stesso periodo. Si potrà quindi tornare al lavoro ma poi non si potrà rientrare nella seconda casa.

Contents.media
Ultima ora