×

Monitoraggio ISS, Rt nazionale a 0.99: ipotesi 3 regioni arancioni e 2 rosse

Il monitoraggio dell'ISS ha rilevato un Rt nazionale pari a 0.99: tre regioni si avviano a diventare arancioni e due a passare in zona rossa.

Monitoraggio ISS nuovi colori regioni

Il consueto monitoraggio dell’ISS ha rilevato un indice di contagio nazionale pari a 0.99: sulla base dei dati è possibile prevedere quali potrebbero essere i nuovi colori delle regioni a partire da lunedì prossimo. Osservando i numeri dovrebbero passare dal giallo all’arancione la Lombardia, il Piemonte e le Marche mentre dall’arancione al rosso soltanto la Basilicata.

Il Molise ha però chiesto al governo che venga istituita la zona rossa anche nel suo territorio: si attendono dunque le ordinanze di Speranza che dovrebbero giungere in giornata.

Monitoraggio ISS: nuovi colori delle regioni

La bozza del report settimanale ha rilevato un peggioramento nel livello generale del rischio registrando un aumento del numero di regioni classificate a rischio alto che passano da 1 a 5. Si tratta di Abruzzo, Lombardia, Marche, Piemonte e Umbria.

Diminuiscono invece quelle classificate a rischio moderato o basso.

La mappa cromatica dell’Italia si avvia dunque ad una prevalenza di arancione dopo la crescita nuovi positivi che nella giornata di giovedì 25 febbraio hanno sfiorato quota 20 mila. In aumento anche le terapie intensive (+3,5% rispetto al periodo 10-16 febbraio), cosa che ha fatto salire da 6 a 8 i territori che superano la soglia di occupazione del 30%.

Si tratta di Abruzzo (37%), Friuli Venezia Giulia (33%), Lombardia (33%), Marche (36%), Molise (36%), Provincia autonoma di Bolzano (35%), Provincia autonoma di Trento (39%), Umbria (57%).

Le anticipazioni

Tenendo conto dei dati epidemiologici, la prima regione che rischia di cambiare colore è l’Umbria che potrebbe diventare rossa così come l’Abruzzo, alle prese con la variante inglese. Non si esclude un passaggio al rosso per la Campania, seconda in Italia per numero di positivi che giovedì 25 ha registrato 200 contagi in più rispetto al giorno precedente (2.385 positivi).

Anche qui a preoccupare è la diffusione delle varianti che fa temere l’arrivo di una terza ondata.

Ci sono poi cinque territori che si avviano a passare da giallo ad arancione. Tra questi il Piemonte, in cui l’indice di contagio è salito oltre l’1, la Lombardia, che giovedì 25 febbraio ha registrato un tasso di positività dell’8,2%, le Marche, la Puglia e la Basilicata. Il Lazio dovrebbe invece restare in giallo anche se non si esclude che a livello locale si possa intervenire istituendo alcune aree giallo scuro. Ma c’è anche una bella notizia: pare sempre più vicina la zona bianca per la Valle D’Aosta, probabilmente già dal prossimo lunedì. Infine spera di tornare in fascia gialla Liguria grazie alla discesa dell’indice di contagio a 0,94.

Contents.media
Ultima ora