×

Covid, Jacopo Melio dimesso: “Ho vinto io!”

Dopo una lunga lotta , Jacopo Melio è negativo al Covid-19. Lo annuncia festante su facebook esprimendo il desiderio di tornare al lavoro

Jacopo Melio Covid

Dopo la sua lunga lotta contro il Covid finalmente Jacopo Melio può tornare a casa. Lo annuncia su facebook con tanto di selfie e ringraziamenti al personale sanitario. Ora lo attende la riabilitazione ma il peggio è alle spalle. 

Jacopo Melio negativo al Covid 

Era il 18 dicembre quando il consigliere della Toscana  Jacopo Melio annunciò sui social la sua positività al Covid-19. In quell’occasione lo scrittore e giornalista affermò che nonostante non avesse mai abbassato la guardia, adottantdo tutte le misure di contenimento del Covid-19, il virus era entrato ugualmente nella sua casa. Allertando tutti riguardo l’esigenza di usare la massima prudenza: ” Se mi sono ammalato io che non esco da un anno, e che vivo in una famiglia estremamente attenta e isolata dagli altri, significa che davvero può capitare a chiunque”.

Il diario di bordo dal letto d’ospedale

Durante la  degenza in ospedale, aveva fatto del suo account facebook una sorta di “diario di bordo” in cui aggiornava i numerosi utenti che lo seguono riguardo le sue condizioni di salute. La sua narrazione talvolta era ottimista, a volte malinconica, anche se non mancava mai una battuta ironica a sdrammatizzare il tutto. Il momento più duro probabilmente è stato  il Natale passato a osservare il riflesso delle luci  che proveniva fuori dalla finestra dell’ ospedale dove era ricoverato.

“Ho vinto io”

Finalmente però il peggio è passato. Dopo una lunga degenza,  Jacopo Melio, ormai negativizzato al virus, può tornare a casa. E lo annuncia festante su facebook:

“Ho vinto io . Dopo 18 giorni del primo ricovero e 27 del secondo, sono tornato a casa. È stata dura ma ce l’ho fatta, sono stato più forte. Sono negativo”.

Un sospiro di sollievo per il pubblico che lo segue con affetto fin dal suo primo impegno come attivista per la difesa dei diritti umani e civili. Tra i primi messaggi di felicitazioni ad arrivare al consigliere, quello di Laura Boldrini.

La riabilitazione

Ovviamente il completo recupero fisico necessita di un uleteriore sforzo, ma il peggio è alle spalle:

 ” Ho sconfitto il virus, ma non i suoi effetti e tutto ciò che ha lasciato. Perché il bastardo ti cambia, nel corpo e nella testa, e l’unica cosa certa è che non si torna più come prima. Sarà un recupero lungo e lento, alla ricerca di un equilibrio precario che più volte, in queste settimane, mi ha portato a tornare indietro senza farci capire il perché. Spero che la via migliore sia però tracciata, e che tutto ciò che non riesco ancora a raccontare venga seminato piano alle spalle, con scaramantico ma necessario ottimismo”.

Il ringraziamento al personale sanitario

Con la gentilezza che lo contraddistingue ha ringraziato di cuore tutto il personale sanitario del reparto 5A3 dell’ospedale  San Giuseppe di Empoli dove era ricoverato, sottolineando l’enorme pressione psichica e fisica cui sono sottoposti ogni giorno per salvare vite umane. Una ragione in più per ognuno di noi di rispettare scrupolosamente le misure di contenimento del virus.

Il ritorno a lavoro

Uno dei primi obiettivi di Melio, ovviamente è il ritorno al lavoro:

 “Tornerò al lavoro, gradualmente e a piccole dosi, già dalla prossima settimana sperando di farcela, perché sento il bisogno di raccogliere anche questo incubo e farne qualcosa di buono, dalla parte degli ultimi, con maggior consapevolezza e determinazione. Perché in fondo è proprio nel dolore che dobbiamo scavare, a mani nude e occhi aperti, quando vogliamo tirar fuori il meglio che abbiamo racchiuso dentro”.

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vera Monti

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora