×

Abusi sessuali su tre ragazzini, arrestato colonnello dell’esercito

Abusi sessuali su tre ragazzini, arrestato un 55enne colonnello dell’esercito. Il militare non veniva denunciato perché le vittime temevano ritorsioni

Abusi sessuali su tre ragazzini, arrestato colonnello dell’esercito
La Procura della repubblica di Roma, che ha chiesto l'arresto del colonnello

Abusi sessuali su tre ragazzini, arrestato a Roma un 55enne colonnello dell’esercito. Il militare è stato colto in flagranza e condotto in carcere dalla polizia. In mano agli agenti un’ordinanza di custodia cautelare firmata dall’ufficio Gip su richiesta della Procura della Repubblica di Piazzale Clodio.

Secondo quanto stabilito dall’atto procedurale il colonnello aveva carpito la fiducia dei ragazzini in questione, fra i 13 ed i 14 anni, facendo leva sull’autorevolezza della sua posizione. Con quel “grimaldello” psicologico il 55ebbe era diventato una figura di riferimento anche per i genitori delle vittime, per cui era una specie di ‘zio’ con naturale propensione alla compagnia dei bambini.

Abusi sessuali su tre ragazzini: l’orrore

Purtroppo, dicono gli atti di un fascicolo per reati ancora troppo diffusi in Italia, quella era solo un’immagine di facciata.

Il colonnello trascorreva con le sue vittime molto tempo, accompagnandole a fare sport ed ospitandole a casa sua. E in più occasioni avrebbe finto di saggiare il loro sviluppo fisico al solo scopo di palparli ed abusare sessualmente di esse. Sulla scorta della segnalazione di una coppia erano partite le indagini. Il figlio della stessa aveva un atteggiamento strano. E da lì a chiedergli cosa avesse e scoprire il sordido retroscena, irrobustito dalla rivelazione di alcune chat, era stato un attimo.

La scoperta e le indagini

La polizia aveva indagato ed era emersa, come accade sovente una verità agghiacciante: l’intero gruppetto di ragazzini aveva paura di parlare perché temeva ritorsioni del colonnello, che aveva una pistola. Una soggezione che ha permesso all’arrestato, già indagato ma prosciolto per pedofilia, di sentirsi al sicuro e perseverare nei reati che la procura gli attribuisce.

Contents.media
Ultima ora