×

Bertolaso: “In Lombardia prima dose di vaccino a tutti entro giugno”

Bertolaso ha assicurato che entro giugno tutti gli adulti lombardi avranno ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti Covid.

Bertolaso vaccino
Bertolaso vaccino

Il consulente per la campagna vaccinale in Lombardia Guido Bertolaso ha assicurato che entro giugno tutta la popolazione adulta avrà ricevuto almeno la prima dose di vaccino. “Ci metto la faccia, se parte la Lombardia riparte l’Italia“, ha sottolineato.

Bertolaso: “Prima dose a tutti entro giugno”

Intervistato dal Corriere della Sera, l’ex capo della Protezione Civile ha confermato che nel giro di pochi giorni la piattaforma Aria, utilizzata per gestire la prenotazione delle vaccinazioni, verrà sostituita da quella di Poste: “Ma le sembra possibile che qualcuno non venga chiamato ed altri mandati a 60 chilometri da casa per farsi vaccinare?“.

Bertolaso non ha negato che si aspettava una campagna con meno burocrazia. Lamentandosi delle 11 pagine da compilare prima del vaccino, si è auspicato una digitalizzazione delle procedure.

Ciò che lo preoccupa, ha sottolineato, è il fatto che a breve si dovrà far convivere quattro diversi antidoti (AstraZeneca, Pfizer, Moderna, Johnson & Johnson). Una grande risorsa da una parte ma anche un rischio di ingolfamento pratico.

Quanto alle dosi somministrate in Lombardia, ha dichiarato che la regione è in linea con le altre. A chi gli fa l’esempio del Lazio che ha avviato anche le vaccinazioni dei soggetti under 80 risponde che “noi stiamo seguendo le priorità che ci hanno chiesto: non seguire quell’ordine è scorretto anche se suggestivo“.

Ha inoltre promesso che entro l’11 aprile tutti gli over 80 saranno stati vaccinati. E che a fine giugno tutti gli adulti lombardi avranno ricevuto almeno la prima dose del vaccino. Bertolaso ha infine escluso la sua candidatura a sindaco di Roma: “Sarebbe un sogno ma sono vecchio ed esausto per questo sforzo“.

Contents.media
Ultima ora