×

Il libro di Mariarosa Schiaffino: “Elogio della cravatta”

Condividi su Facebook

La cravatta rappresenta ancora oggi l'eleganza maschile, Nuvoletti lo presenta nel libro "Elogio della cravatta"

Il libro
"Elogio della cravatta"

Nel libro “Elogio della cravatta“di Mariarosa Schiaffino pubblicato nel 1982. L’autrice celebra l’accessorio. La presentazione è cura di Giovanni Nuvoletti: “È facile riconoscere comunque, nel serico emblema della vanità maschile, la quintessenza della futilità delle mode, e insieme la perennità della Moda, fragile quanto imperitura Signora”.

Il libro “Elogio della cravatta”

Gentiluomo, scrittore, attore e uomo di vasta cultura oltre ad essere stato anche presidente dell’Accademia Italiana di Cucina Giovanni Nuvoletti presenta e racconta l’accessorio nel piccolo volumetto.

Non si riesce a definire con precisione quando sia stata indossata per la prima volta. Alcuni ne danno origine già all’epoca dell’Impero Romano, quando i legionari si avvolgevano intorno al collo una sciarpa molto simile a una cravatta.

Altri invece ne danno merito ai mercenari croati in Francia durante la Guerra dei Trent’anni. Una cosa è certa, la storia di questo accessorio è molto lunga. Passando dal 1924, quando la cravatta assunse la vera e propria forma che conosciamo oggi grazie al sarto newyorkese Jesse Langsdorf, che tagliò il tessuto con un angolo di 45° , usando tre strisce di seta da cucire successivamente.

Arrivando al ’68 quando fu rifiutata perché eredità borghese.

Resa non obbligatoria anche in contesti formali e fatta fuori dalla moda. La cravatta non vive oggi un buon momento. Scriveva il conte Nuvoletti: “Evviva a questo cappio ribelle, effimero nodo, velleitario capestro, nappa vanagloriosa, giulebbosa fibula, femmineo lezio, albagioso arcifànfano, reliqua aristocratica, relitto borghese, rottame ottocentesco, muliebre residuato di un maschio vestire. La cravatta è morta, viva la cravatta!”.

Luigi Di Maio citò il libro nel discorso delle sue dimissioni da capo politico del Movimento 5 Stelle.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.