> > Davide Ferrerio, richiesta di archiviazione per un 31enne

Davide Ferrerio, richiesta di archiviazione per un 31enne

Davide Ferrerio

Davide Ferrerio, richiesta di archiviazione per un 31enne formalizzata dal capo degli inquirenti operanti sul caso, il Procuratore Giuseppe Capoccia

Davide Ferrerio, c’è la richiesta ufficiale di archiviazione per un 31enne inizialmente censito nei fatti che avevano portato al come del giovanissimo tifoso del Bologna pestato a Crotone per uno scambio di persona ee ridotto in fin di vita.

La procura calabrese non intende procedere contro l’uomo risultato estraneo al pestaggio. Il 31enne era stato indagato nella vicenda relativa all’aggressione del giovane Davide Ferrerio. 

Ferrerio, richiesta di archiviazione per un 31enne

Tuttavia, come spiegano gli atti “in coerente continuità con quanto già valutato nei precedenti provvedimenti di quest’Ufficio e della Procura per i minorenni e espressamente considerato dal GIP di Crotone e dal GIP del Tribunale per i Minorenni di Catanzaro nelle loro ordinanze custodiali” su di lui non si procederà.

Il Procuratore della Repubblica di Crotone, Giuseppe Capoccia è stato chiaro: “La formale iscrizione nel registro degli indagati  si è resa doverosa in conseguenza del deposito in data 17 novembre 2022 di una memoria da parte del collegio difensivo delle persone offese, nella quale sono state adombrate responsabilità penali per il soggetto che aveva inviato il messaggio da cui era scaturita la violenta aggressione”. 

Gli indagati incarcerati restano tre

Per il pestaggio del giovane sono in carcere un uomo e due donne, una delle quali minorenne, considerati l’autore materiale del pestaggio, l’ispiratrice e la “complice”.

Ha chiosato il Procuratore: “In precedenti memorie scritte, le difese avevano ipotizzato la responsabilità di un passante a bordo di uno scooter (ripreso dalle telecamere di sorveglianza) intento ad utilizzare il cellulare e che, come già comunicato, è totalmente estraneo alla vicenda“.