×

Dibattito al veleno, Macron accusa Le Pen di dipendere dal potere russo

Sul prestito da 9 milioni della sfidante della destra contratto con un creditore putiniano Macron accusa Le Pen di dipendere dal potere russo

Un momento del dibattito Macron Le Pen

Dibattito al veleno nelle presidenziali di Francia, con Emmanuel Macron che accusa Marine Le Pen di dipendere dal potere russo. Durante il confronto finale prima del ballottaggio per l’Eliseo il presidente uscente ha attaccato la sfidante candidata di “Rassemblement National” e in diretta tv le ha mosso l’accusa più mainstream del momento: quella di aver avuto a che fare con la finanza di Mosca vicina al presidente russo che oggi aggredisce l’Ucraina

“Putiniana”: Macron accusa Le Pen 

Ma cosa ha detto di preciso Macron? Nel durissimo attacco sferrato alla sua sfidante, Macron ha citato il prestito da 9 milioni di euro della Le Pen nei confronti di un creditore russo considerato molto vicino a Vladimir Putin. Quel prestito sarebbe stato ottenuto dalla banca russa ed in favore della sfidante del presidente della repubblica di Francia uscente nel 2015

Le conferme del dissidente Navalny

La Le Pen non si è scomposta ed ha replicato: “Falso”.

Tuttavia nel pomeriggio era stato lo stesso dissidente russo Alexei Navalny in una serie di tweet in francese a confermare quelle circostanze, il che ha reso la smentita della candidata della destra molto meno convicente. Macron ha poi accusato Le Pen anche di voler “uscire dall’Europa” e in chiosa l’ha definita “climato-scettica”.

Contents.media
Ultima ora