×

Discoteche, oggi la riapertura: tutte le regole per andare a ballare

Oggi, venerdì 11 febbraio, le discoteche possono ufficialmente riaprire. Dovranno rispettare delle regole ben precise, e farle rispettare ai clienti.

Discoteche

Oggi, venerdì 11 febbraio, le discoteche possono ufficialmente riaprire. Dovranno rispettare delle regole ben precise, e farle rispettare ai clienti.

Discoteche, oggi la riapertura: tutte le regole per andare a ballare

Oggi, venerdì 11 febbraio, le discoteche possono ufficialmente riaprire e sui social network sono già apparse numerose locandine di serate di inaugurazione.

Questa dovrebbe essere la volta buona, dopo anni difficili. Ovviamente sono previste delle regole ben precise, che gestori e clienti dovranno rispettare. La mascherina è obbligatoria, tranne sulla pista da ballo, la capienza è ridotta al 50% al chiuso e al 75% all’aperto e tutti i partecipanti, che potranno entrare con il Green pass rafforzato, dovranno essere registrati. “Siamo tornati” si legge in numerosi annunci di riapertura dei locali, con immagini di ragazzi che si divertono.

I locali sono pronti a riaprire e accogliere i propri clienti, dopo aver vissuto degli anni difficili, con gravi danni economici.

Riapertura discoteca, imprenditori insoddisfatti

Oggi è la giornata della riapertura ufficiale delle discoteche. I locali riaprono e la musica torna a far ballare le persone, che hanno voglia di divertimento e spensieratezza. L’umore degli imprenditori, però, non è particolarmente alto. Silb-Fipe, organizzazione che raggruppa moltissimi operatori delle sale da ballo, ha diffuso sui social un video tutorial in cui spiega che la capienza sarà ridotta al 75% per i locali all’aperto e al 50% per i locali al chiuso.

Viene spiegato che ci sarà l’obbligo di esibire il Super Green pass, di indossare le mascherine, tranne in pista, e di mantenere la distanza di due mesi. In caso di trasgressione delle regole le sanzioni vanno da 400 a 1000 euro. I gestori stanno procedendo lentamente, senza festeggiare. Quasi tutti hanno programmato eventi a partire dal prossimo weekend, altri hanno rimandato ancora, per paura di un nuovo improvviso cambiamento, anche perché l’allestimento dei locali richiede tempo e cura.

Riapertura discoteche, gestori: “Molti non riapriranno”

È una riapertura faticosa, in molti non ci riusciranno e lo farà solo chi è sopravvissuto. Siamo stati trattati come figli di un dio minore fino a oggi e domani torniamo a riappropriarci del nostro diritto al lavoro, ma non so in che modo. Molti non ce l’hanno fatta, hanno svenduto le aziende per pochi soldi” ha spiegato Maurizio Pasca, presidente di Silb-Fipe. I dati dell’associazione svelano che sono 3.459 le discoteche in Italia, per un fatturato annuo di 2 miliardi. L’ammontare dei bonus è stato di 80 milioni di euro. I gestori e le associazioni di categoria sono d’accordo sul fatto che il blocco imposto è stato troppo lungo, senza ristori adeguati alle perdite.

Contents.media
Ultima ora