×

Droga dentro i loculi del cimitero di Giarre: blitz della Finanza, due arresti

Blitz della Guardia di Finanza in seguito ad un'indagine che ha condotto alla scoperta di 71 chili di droga nascosta all'interno del cimitero di Giarre

Droga nei loculi del cimitero di Giarre: due arresti

Settantuno chili di droga sono stati rinvenuti dalla Guardia di Finanza, in seguito ad un blitz effettuato nel cimitero di Giarre, come conseguenza ultima di un’indagine condotta dalle Fiamme Gialle. Due i soggetti arrestati, in un’operazione che ha condotto al ritrovamento di un’ingente quantità di sostanze stupefacenti, che venivano nascoste anche all’interno dei loculi.

Droga nei loculi del cimitero di Giarre

È di settanta chili di droga sequestrata, tra hashish, marijuana e cocaina, ma anche di due arresti, il bilancio dell’operazione condotta dalla Guardia di Finanza presso il cimitero di Giarre. Le indagini hanno portato alla macabra scoperta di svariate quantità di droga nascoste all’interno di alcuni loculi del cimitero e all’interno del deposito della struttura.

Droga nel cimitero di Giarre: le indagini e il blitz della Finanza

L’operazione portata a termine con successo dalla Guardia di Finanza di Catania è scaturita da un’intensificazione dei servizi antidroga della provincia catanese, con particolare attenzione posta sui centri di Riposto e Giarre

Le indagini della Finanza si sono concentrate in particolare all’interno del cimitero di Giarre, dopo che alle Forze dell’Ordine erano stati segnalati più volte alcuni movimenti sospetti, effettuati soprattutto in orario nottturno.

Il blitz condotto dalla Finanza ha portato all’arresto di due individui, originari di Acireale e al ritrovamento di settanta chili di sostanze sutupefacenti, nascoste in alcuni loculi e nel deposito del cimitero di Giarre.

Droga nel cimitero di Giarre: due arrestati

A seguito dell’operazione condotta brillantemente dalla Guardia di Finanza di Catania, due uomini, rispettivamente di 55 e 43 anni, originari di Acireale, sono stati arrestati.

I due uomini sono stati colti in flagranza di reato, mentre erano in possesso di ben 300 grammi di cocaina avvolta in cellophane. Gli arresti effettuati su richiesta della Procura della Repubblica di Catania, sono stati prontamente convalidati dal giudice per le indagini preliminari del tribunale.

Stando a quanto si apprende da fonti locali uno due soggetti arrestati, ovvero il 55enne, operava a titolo volontario come custode del campo santo; il 43enne invece non era impiegato al cimitero ed è stato sorpreso mentre entrava negli uffici cimiteriali con due involucri di colore nero. Grazie agli appostamenti eseguiti dalla Finanza, la vicenda si è conclusa con il sequestro della droga e l’arresto dei due soggetti individuati e colti in flagranza di reato.

Contents.media
Ultima ora