Umbria, rimborso spese veterinarie per gatti e cani adottati
Economia

Umbria, rimborso spese veterinarie per gatti e cani adottati

friends animals

È stata promossa la legge che prevede un rimborso delle spese per chi possiede un animale ed è in condizioni di disabilità o disagio economico.

Diventa legge la proposta di Marco Squarta, esponente di Fratelli d’Italia. In Umbria, saranno finalmente disponibili una serie di incentivi per le persone disabili o in situazioni di svantaggio economico intenzionati a possedere un animale o che ne hanno necessità per questioni terapeutiche.

Cosa prevede la legge

La legge prevede, dal 2019, la possibilità di ottenere un rimborso spese per medicinali e visite mediche per chiunque adotti un animale. L’Umbria è la prima regione italiana ad aver approvato una legge di questo tipo, e che oltretutto, sembra mettere d’accordo tutte le fazioni politiche. Lo stesso Squarta afferma: “Gli umbri che vivono in condizioni di fragilità potranno prendersi cura di un animale e allo stesso tempo si svuoteranno gradualmente le strutture che rappresentano un costo per le casse pubbliche e un impegno per i gestori. È un provvedimento di grande civiltà”.

Prestazioni veterinarie gratuite

Nei fatti si prevede l’erogazione di prestazioni veterinarie gratuite come la microchippatura e la sterilizzazione degli animali compresi quelli utilizzati per la Pet Therapy.

Coloro che ne avranno diritto saranno persone bisognose di compagnia a causa di disabilità o che si trovano in situazioni di svantaggio economico. La legge mira quindi ad incentivare l’adozione di animali sfortunati, oltre che a dare un po’ di sollievo economico a chi ne ha bisogno. Squarta si è detto entusiasta per l’approvazione della legge: “Grazie a questa iniziativa – ha dichiarato – molti anziani potranno finalmente decidere di trascorrere insieme a un compagno fedele la loro esistenza con effetti positivi contro la depressione ma anche per la salute poiché l’assistenza di un amico a quattro zampe richiede comunque un movimento fisico. Troppe volte, purtroppo, lo spettro dei costi di gestione di un animale ha rappresentato un gradino insormontabile nella scelta di adottarne uno ma grazie a questa nuova legge accudire un cane o un gatto sarà certamente più semplice.” Una piccola conquista che apre le porte alla possibilità, un domani, della nazionalizzazione della legge.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche