×

Umbria, terremoto M 3.6 tra Pesaro e Urbino

Un terremoto di magnitudo 3.6 ha colpito il confine tra Umbria e Marche alle 18.50 di venerdì 21 dicembre 2018.

terremoto umbria 1 768x586

La terra continua a tremare tra Marche e Umbria. Due moderate scosse di terremoto hanno colpito il confine tra le due regioni a patire dalle ore 18.50 di venerdì 21 dicembre 2018. Gli strumenti di rilevazione hanno infatti registrato il verificarsi di una prima scossa di magnitudo 3.6, con un ipocentro situato a dieci Chilometri di profondità.

L’epicentro del primo sisma, secondo L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è situato a Città di Castello, comune a sette chilometri da Apecchio, in Provincia di Pesaro e Urbino. Alle 19.19 il secondo sisma, questa volta di magnitudo 2.0, il cui epicentro è risultato essere sempre nella zona del comune di Apecchio.

Scosse avvertite in una vasta area

Secondo le prime informazioni, la scossa sarebbe stata avvertita in maniera distinta in una ampia area, che va da Perugia a Rimini, ma che è stata avvertita chiaramente anche dalla città di Ancona e secondo alcune segnalazioni perfino da Arezzo.

La popolazione è stata messa in allarme dalla ennesima scossa a colpire la zona, e i Vigili del Fuoco hanno ricevuto numerose chiamate di richiesta di intervento. Secondo le informazioni giunte finora non sarebbero stati registrati danni a persone o cose.

Terremoto anche in Emilia Romagna

Terra che nella giornata di venerdì 12 dicembre ha tremato anche in Emilia Romagna. Sempre L’Ingv ha infatti registrato due scosse alle 10.04 e alle 10.08 di mattina.

Il primo sisma, di magnitudo 2.0, ha colpito l’area del comune di Campogalliano, situato in provincia di Modena. Mentre il secondo, registrato alle 10.08, replica di magnitudo 2.6, con epicentro nello stesso comune modenese.

Contents.media
Ultima ora