Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Italia, spread supera i 290 punti dopo lettera Ue
Economia

Italia, spread supera i 290 punti dopo lettera Ue

spread

Lo spread apre in rialzo in attesa della conferenza stampa di Conte. Italia mai così vicina alla Grecia anche con i titoli decennali.

Spread in rialzo nel giorno dell’attesa conferenza stampa del presidente del consiglio Conte. Il capo del governo dovrebbe infatti chiedere ufficialmente ai propri alleati il mandato per poter portare avanti una trattativa che scongiuri la procedura di infrazione che la Commissione europea dovrebbe avviare nella giornata mercoledì, dopo lo scambio di lettere tra Bruxelles e Roma. Il differenziale cresce infatti a 289 punti, dopo aver toccato i 291 in avvio, con il rendimento del titolo decennale al 2,68%.

Vicini alla Grecia

Si restringe anche il divario con i titoli greci. I nostri Btp quinquennali avevano infatti sorpassato gli omologhi greci la scorsa settimana, e ora anche quelli a dieci anni sono vicini, separati ormai da circa 20 punti base. Si può dunque parlare di maggio nero, con lo spread Btp-Bund che è salito a 35 punti chiudendo a fine maggio a 287 punti base, ai massimi da metà dicembre 2018. Il governatore della Bce Visco ha ricordato: “Si stima che a parità di altre condizioni, rendimenti di 100 punti base più alti determinino una riduzione del prodotto dello 0,7% nell’arco di tre anni”.

Le borse

Piazza Affari parte in calo dello 0,78%, dato in linea con le altre piazze europee.

In flessione anche i listini asiatici: a Tokyo infatti il Nikkei ha chiuso a -0,92% a seguito del rafforzamento dello yen che penalizza tutto il comparto export. Continua inoltre il calo del petrolio. A Francoforte l’indice Dax arretra dell 0,56%, mentre a Parigi il CAC 40 cede lo 0,69%. A Londra il Ftse 100 perde lo 0,81%.

C’è invece grande attesa per gli indici pmi manifatturiero a maggio di Giappone, Italia, Francia, Germania, Eurozona e Gran Bretagna. Nel pomeriggio, poi, il ministero delle infrastrutture e dei trasporti dovrebbe comunicare i dati relativi al mese di maggio sulle immatricolazioni di autovetture in Italia.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche