> > Esplosioni nel centro di Kiev dopo un attacco di droni russi

Esplosioni nel centro di Kiev dopo un attacco di droni russi

A Kiev si cerca di ripristinare l'elettricità sotto il fuoco russo

Cinque vettori iraniani Shahed distrutti ed esplosioni nel centro di Kiev dopo un attacco di droni russi che ha centrato un edificio ad Holosiiv

Esplosioni nel centro di Kiev dopo un attacco di droni russi, lo ha comunicato l’amministrazione della capitale su Telegram spiegando che in nottata c’è stato un raid.

E proprio quel blitz avrebbe dato il colpo di grazia alla capitale ucraina ed a moltissime altre zone del paese per quanto riguarda i flussi elettrici. In queste pre ci sono tecnici militari che stanno operando in tutta la nazione per ripristinare gli allacci. 

Kiev sotto attacco dei droni russi

Il dato crudo è che  diverse esplosioni sono state registrate a Kiev a partire dalle 2 di questa mattina. AdnKronos spiega che “lo scrive su Telegram l’amministrazione della capitale ucraina”.

La nota spiega che dopo il suono delle sirene di allarme l’amministrazione “ha chiesto ai cittadini di ripararsi nei rifugi per fuggire agli attacchi russi”. Nello specifico le informazioni arrivano dal governatore della regione di Kiev, Olekskiy Kuleba

Il post Telegram di Olekskiy Kuleba 

Proprio quest’ultimo su Telegram ha parlato di ”un attacco condotto con droni” che ha colpito infrastrutture, ma non ha causato vittime. Dal canto suo l’amministrazione militare di Kiev ha precisato che sono stati cinque i droni Shahed di fabbricazione iraniana che sono entrati nello spazio aereo della capitale ucraina e che sono stati tutti abbattuti dalle forze della difesa.

Secondo quanto si apprende quei droni lanciati dai russi hanno però colpito un edificio dell’amministrazione a Holosiiv distruggendolo parzialmente.