Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Incendio a Notre-Dame, il portavoce: “Non resterà più nulla”
Esteri

Incendio a Notre-Dame, il portavoce: “Non resterà più nulla”

Notre-Dame
Notre-Dame

Notre-Dame in fiamme: crollati guglia e tetto, a rischio una torre. Un portavoce: "Brucia tutto, non resterà più nulla"

Un grosso incendio è scoppiato nella cattedrale di Notre-Dame, il simbolo gotico che con la sua suggestiva bellezza affascina centinaia di cittadini e turisti provenienti da tutto il mondo. Le immagini diffuse sui social mostrano un intenso fumo bianco levarsi dalla struttura. Il rogo, che ha provocato il crollo del tetto e della guglia, si sarebbe sviluppato da un’impalcatura presente sul posto per i lavori di restauro. “Brucia tutto, non resterà nulla”, è stato il commento di un portavoce della cattedrale. Stando a quanto emerso dalle prime informazioni, le fiamme si sarebbero originate sull’impalcatura installata per lavori lavori di conversazione. L’iconica facciata con le due torri al momento è stata risparmiata. L’incendio è stato segnalato ai vigili del fuoco alle 18.50. La Procura di Parigi ha annunciato l’apertura di un’indagine.

Notre-Dame avvolta dalle fiamme

Non solo Donal Trump, sul web rimbalzano i commenti: in tanti ritengono necessario l’uso di un canadair. Ma Le Monde, per primo, ha precisato ai suoi lettori che il canadair lascerebbe cadere al suolo 6 tonnellate d’acqua a grande velocità.

E’ proprio questo il motivo per cui tale metodo non viene mai usato in caso di incendi nei centri urbani.

La conferma arriva anche da Fabio Dattilo, comandante generale del corpo dei Vigili del Fuoco: “Al di là del peso dell’acqua, un intervento dal cielo con un aereo sarebbe inutile in una simile circostanza. Se il tetto fosse ancora in piedi, rischierebbe di crollare, analogamente accadrebbe per le mura perimetrali. Il canadair è un intervento potente ma poco preciso, in queste circostanze occorre lavorare di fino, agendo alla base delle fiamme”. Il comandante Dattilo aggiunge poi un ricordo personale: “Prestavo servizio a Venezia quando il fuoco distrusse il teatro della Fenice. Allora decidemmo di far intervenire alcuni elicotteri, ma per circoscrivere il fuoco ed evitare che sui allargasse ad altri edifici adiacenti. Forse questo potrebbe essere utile ma occorre ricordare che si tratta di un intervento ad alto rischio”, riporta Il Sole 24 Ore.

Un portavoce della chiesa, Andre Finot, ha affermato che tutta la cattedrale è in fiamme e che non ne resterà nulla.

L’incendio, infatti, continua a espandersi. Ora si sta tentando di portare in salvo almeno le opere d’arte. Il monumento storico più visitato d’Europa divorato dalle fiamme. Un denso fumo è visibile in gran parte della città. Secondo le prime indicazioni, l’incendio si sarebbe sviluppato da un’impalcatura presente sul posto per i lavori di restauro.

Notre-Dame
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1492 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.