Papà gioca al mare con i figli, un’onda gli rompe il collo e lo uccide
Esteri

Papà gioca al mare con i figli, un’onda gli rompe il collo e lo uccide

Lee Shannon

Tragedia su una spiaggia della Carolina del Nord. Un 37enne papà di sei figli è morto dopo essere stato colpito da un'onda che gli ha rotto il collo.

“Il mio compagno, il mio amore, la mia famiglia sono morti ieri (21 luglio 2019, ndr) dopo un mostruoso incidente” scrive su Instagram Shannon raccontando che cosa è accaduto a Lee Dingle, papà di 42 anni.

Un’onda gli rompe l’osso del collo

La coppia, assieme ai suoi figli, stava trascorrendo una tranquilla giornata al mare quando è avvenuta la tragedia. “Lee – scrive Shannon – stava giocando sul bagnasciuga con tre dei nostri bambini quando una forte ondata lo ha colpito facendolo cadere e sbattere la testa nella sabbia“.

Purtroppo l’impatto per l’uomo è stato molto violento. “Lee si è rotto il collo che si è gonfiato così tanto da comprimere la gola e impedirgli di respirare. Purtroppo il suo cervello è stato privato dell’ossigeno per troppo tempo, e non ce l’ha fatta recuperare” rivela drammaticamente la donna.

La terribile vicenda è accaduta su una spiaggia della Carolina del Nord. “Alcuni eroi – inclusi i nostri figli – hanno provato a salvarlo, ma tutti i tentativi sono stati inutili a causa della terribile lesione“, precisa.

La famiglia di Shannon

Shannon poi ricorda: “Ci siamo conosciuti quando io avevo 18 anni e lui 19, e da allora siamo stati sempre insieme.

Non avrei dovuto dirgli addio a 37 anni. – sottolineando – Non so come si possa crescere senza di lui, ma imparerò”.

“Per favore pregate per noi” chiede quindi a tutti i suoi amici social e non. Shannon infatti dovrà ora occuparsi da sola dei suoi sei figli, in parte adottati. Una bimba, Zoe, inoltre è gravemente disabile, poiché nata con una paralisi cerebrale infantile.

La coppia era molto conosciuta a Raleigh e non solo poiché qualche hanno fa aveva denunciato pubblicamente come l’assicurazione non copriva le spese di una carrozzina elettrica per la piccola Zoe, tanto che alla fine fu un donatore anonimo a regalargliela.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail