Migrante morto nel Mediterraneo, trovato su un gommone alla deriva
Esteri

Migrante morto nel Mediterraneo, trovato su un gommone alla deriva

migranti-malta

Le forze armate maltesi hanno recuperato due migranti, uno privo di vita e un altro sopravvissuto, a bordo di un gommone alla deriva nel Mediterraneo.

Un’altra tragica notizia arriva dal Mar Mediterraneo. Un migrante è stato trovato privo di vita a bordo di un gommone alla deriva al largo delle coste maltesi. L’uomo era probabilmente morto di stenti e assieme a lui si trovava sul gommone un altro migrante ancora in vita. Entrambi sono stati recuperati dalle forze armate maltesi e portati a Malta nella giornata di lunedì 12 agosto.

Migrante morto nel Mediterraneo

Al momento non è stato ancora possibile stabilire l’esatta identità dei due migranti, ma secondo i primi accertamenti dovrebbero avere un’età stimata di 20 anni circa e provenire dalla zona dell’Eritrea o del Sudan. Il primo uomo ha perso la vita a causa del lungo tempo trascorso alla deriva, durante il quale è stato probabilmente costretto a bere acqua di mare per poter combattere la sete e il caldo soffocante. Una sorte toccata anche al secondo migrante, che però è riuscito a sopravvivere fino all’arrivo dei soccorritori.

L’imbarcazione sulla quale sono stati ritrovati i due migranti era lunga appena un paio di metri.

Il motore era sollevato – segno che probabilmente era finito il carburante – e a bordo non sono state trovate scorte di cibo o di acqua. Il migrante sopravvissuto è stato ritrovato sdraiato sul cadavere del compagno morto.

Una volta recuperati, il migrante ancora in vita è stato prelevato da un elicottero delle forze armate e trasportato al policlinico universitario Mater Dei di Malta. L’uomo è attualmente ricoverato in rianimazione, con una grave disidratazione e profonde ustioni da sole. Il migrante deceduto è invece stato portato a bordo di una nave Patrol Boat P52 e condotto al principale ospedale dell’isola.

Le parole del ministro dell’Interno maltese

Nel commentare la notizia, il ministro dell’Interno maltese Michael Farrugia ha nuovamente ribadito come Malta non possa sobbarcarsi da sola tutti i salvataggi dei migranti nel Mediterraneo: “Malta ha appena salvato un uomo trovato in condizioni critiche a bordo di un gommone e sopravvissuto in solitaria. È stato trovato sdraiato sul cadavere di un altro migrante.

Questo è ciò che le forze armate maltesi fanno ogni giorno. Ma non possiamo fare tutto questo da soli”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.