×

Trovano scheda sd con foto di un omicidio, arrestato 48enne in Alaska

Le forze di Polizia dell'Alaska hanno arrestato un uomo dopo aver casualmente scoperto 39 foto e 12 video di un omicidio all'interno di una scheda sd.

scheda-sd-foto-omicidio

La Polizia dello stato dell’Alaska ha arrestato un uomo di 48 anni dopo che una donna ha rinvenuto casualmente una scheda sd con salvati all’interno 39 foto e 12 video che documentavano un omicidio. Lo scorso 30 settembre, una donna rimasta anonima si era infatti rivolta alla Polizia di Anchorage dopo che in una memory card etichettata come “Homicide at Midtown Marriott” aveva trovato immagini di un’altra donna mentre veniva picchiata, stuprata ed infine uccisa per strangolamento.

Scheda sd con foto di un omicidio

Stando a quanto riportato dagli investigatori, sembrerebbe che la donna ritratta nel video sia morta ai primi di settembre e che risponda al nome di Kathleen J. Henry, di 30 anni di età. La ricostruzione dell’omicidio troverebbe infatti delle corrispondenze con il ritrovamento di un cadavere lo scorso 2 ottobre nella zona sud-est della città di Anchorage.

Nei video e nelle fotografie all’interno della scheda le forze di Polizia hanno inoltre potuto cogliere dei particolari che hanno permesso di collocare temporalmente e geograficamente l’omicidio.

Durante un sopralluogo all’hotel TownePlace Suites by Midtown Marriott menzionato nell’etichetta della memory card è stato infatti scoperto come la moquette dell’albergo fosse la stessa che si vedeva nelle immagini.

Una volta controllato il registro degli ospiti dell’albergo, si è quindi scoperto che un uomo di nome Brian Steven Smith aveva preso una stanza nel periodo dal 2 al 4 settembre. Le ultime immagini registrate nella scheda sd risalivano al 6 settembre ed è molto probabile che l’omicidio di Kathleen J. Henry sia stato compiuto il 4 settembre.

L’arresto dell’uomo

Dopo aver identificato Brian Steven Smith – un immigrato proveniente dal Sudafrica – come l’uomo presente all’interno delle immagini, la Polizia ha provveduto ad arrestarlo l’8 ottobre mentre questi stava cercando di imbarcarsi all’aeroporto internazionale di Anchorage.

Attualmente Smith è detenuto con l’accusa di omicidio di primo grado e una cauzione di 500mila dollari.

All’interno del suo cellulare la Polizia ha trovato una fotografia datata 6 settembre che lo ritrae vicino al luogo dove in seguito venne ritrovato il corpo della Henry, anche se per il momento non sono certi che sia stato lui ad applicare l’etichetta identificativa sulla memory card trovata.

Proprio in merito al ritrovamento della memory card, la Polizia di Anchorage ha voluto personalmente ringraziare la donna che gliel’ha consegnata: “Il dipartimento di polizia di Anchorage estende la sua gratitudine al cittadino che si è fatto avanti con le prove di questo crimine. Hanno svolto un ruolo strumentale nel garantire che Smith possa essere ritenuto responsabile delle sue azioni. Che questo serva come esempio, e che si sappia che quando vedi qualcosa di sospetto, è necessario che tu informi le autorità”.


Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche