×

Attacco contro base Usa in Kenya: uccisi due contractor e un soldato

Condividi su Facebook

Una base militare dell'esercito Usa in Kenya è stata oggetto di un attacco da parte di miliziani somali dell'organizzazione terroristica al-Shabaab.

attacco-base-usa-kenya

Mentre si inasprisce la tensione tra Usa, Iraq e Iran una base militare dell’esercito americano in Kenya è stata oggetto di un attacco da parte dei miliziani islamisti di al-Shabaab. L’assalto, avvenuto poco prima delle 6 del mattino (ora locale) di domenica 5 gennaio, è stato fortunatamente sventato ma ciò non ha evitato la morte di tre uomini americani, un soldato dell’esercito e due contractor del Pentagono, mentre altri due soldati sono rimasti feriti. La base navale nota come “Camp Simba” si trova nel sud est del paese africano ed ospita centinaia di persone tra militari statunitensi e kenioti.

Attacco contro base Usa in Kenya

Stando a quanto riportato dalle forze armate keniote l’assalto avrebbe avuto inizio con l’esplosione di alcune taniche di benzina situate lungo la pista d’atterraggio della base.

Sempre la stessa fonte ha poi reso noto su Twitter che i corpi di cinque miliziani somali sarebbero stati rinvenuti sul posto al termine dell’attacco. Attualmente il comando africano dell’esercita Usa ha confermato l’assalto, sottolineando tuttavia come siano ancora in corso accertamenti al fine di stabilire le effettive dinamiche dell’episodio.

L’organizzazione di stampo jihadista al-Shabaab è nota da anni alle autorità americane dislocate in Africa occidentale ed è classificata come organizzazione terroristica affiliata alla più potente al-Qaeda. Nata in Somalia nel 2006 a seguito della disgregazione dell’Unione delle Corti Islamiche, al-Shabaab si è resa protagonista nell’ultimo decennio di numerosi attentati terroristici in Kenya e Somalia, ricoprendo un ruolo di primo piano negli atti di pirateria al largo del corno d’Africa.

Il comunicato dell’esercito Usa

A seguito dell’attacco è giunto il comunicato dell’esercito a nome del generale americano Stephen Townsend, comandante del comando africano degli Stati Uniti, che dichiara: “I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con le famiglie e gli amici dei nostri compagni di squadra che hanno perso la vita oggi.

Mentre onoriamo il loro sacrificio, rafforziamo anche la nostra determinazione. Insieme ai nostri partner africani e internazionali, perseguiremo i responsabili di questo attacco e al-Shabaab, che cerca di danneggiare gli interessi americani e statunitensi”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche