×

Allarme caldo in Siberia: picchi di 38 gradi nel circolo polare artico

Condividi su Facebook

38 gradi centigradi: le rilevazioni in Siberia confermano un aumento delle temperature nel circolo polare artico. L'allarme degli scienziati.

Caldo record in Siberia e nel circolo polare artico

Nel circolo polare artico fa sempre più caldo, come dimostrano le rilevazioni record registrate a Verkhoiansk, piccolo villaggio della Siberia. Negli ultimi giorni, infatti, il termometro ha toccato i 38 gradi centigradi e, per il servizio meteo russo, il picco è preoccupante.

Caldo record in Siberia: l’Artico soffre?

Facendo riferimento proprio a quest’ultimo dato, emerge che le temperatura in Siberia sono il doppio della media stagionale. È stato anche superato il record della più alta rilevazione nel circolo polare artico: risale al 1915, quando a Fort Yukon (Alasaka) erano stati rilevati 37,8 gradi Celsius.

L’aumento della temperatura fa paura? Secondo uno studio pubblicato su Earther, un sito di notizie ambientali di Univision Communications, i picchi di caldo sono dovuti in parte all’alta pressione, che permette cieli sereni, ma scioglie anche la neve prima del solito.

Il caldo influisce su tutto il pianeta

E così, gli abitanti del piccolo borgo siberiano, si sono trovati a vivere un inedito picco di caldo: solitamente, in loco la temperatura di giugno arriva a 20 gradi.

Dieci gradi sopra la media si sentono in tutta la Siberia. Lo hanno dimostrato i grossi incendi che hanno devastato la regione. Non solo: l’atmosfera sul circolo polare artico è più calda rispetto a qualche decennio fa. Questo spiega lo scioglimento della neve, anche in alta quota. Gli studi scientifici stanno mostrando come l’Artico si stia sciogliendo a un ritmo superiore il doppio rispetto al resto del mondo.

Questo repentino riscaldamento incide anche sullo scioglimento del permafrost, lo spesso strato di ghiaccio ancorato al suolo artico. Il suo scioglimento libererebbe sacche di metano racchiuse nel ghiaccio che aumenterebbero il riscaldamento dell’atmosfera. Insomma, notizie poco rassicuranti per tutti.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.