×

Samuel Little: morto il peggior serial killer della storia USA

Samuel Little è passato alla storia per essere il peggior serial killer degli USA: confessò 93 omicidi. L'autopsia chiarirà le cause della morte.

Samuel Little

È morto in carcere Samuel Little, aveva 80 anni. L’uomo è stato descritto dalla polizia federale come il peggior serial killer della storia degli Stati Uniti d’America. Confessò 93 omicidi. Il decesso è avvenuto lo scorso 30 dicembre. Ad annunciarlo l’amministrazione penitenziaria della California.

Le cause della morte saranno accertate dall’autopsia che sarà svolta nella contea di Los Angeles, dove Little era stato incarcerato nel 2014. La maggior parte delle vittime dell’ex pugile erano donne.

Little fu il peggior serial killer USA

Samuel Little è passato alla storia come il peggior serial killer degli USA. La polizia ha confermato la responsabilità dell’80enne di almeno cinquanta delitti. Spesso le vittime di Little erano donne, perlopiù appartenenti a minoranze etniche.

Little era solito uccidere le vittime prima colpendole in maniera violenta per poi strangolarle. Dal 2014 Samuel Little stava scontando l’ergastolo per l’omicidio di tre donne.

L’arresto e l’ergastolo

Mentre scontava la sua pena, Samuel Little rivendicò una serie di omicidi da lui compiuti tra il 1970 e il 2005. I delitti sarebbero avvenuti in almeno 15 stati USA. Molti di questi passarono inosservati. Conosciuto anche come Samuel McDowell, il killer venne arrestato per la prima volta all’interno di un centro anziani nello stato del Kentucky, venendo poi trasferito in California in quanto implicato in un caso di droga.

Una volta giunto qui, le autorità confermarono la correlazione tra Little e tre casi irrisolti tramite un test del DNA. La condanna all’ergastolo avvenne nel 2014 per gli omicidi di tre donne avvenuti tra il 1987 e il 1989 a L.A. .

Contents.media
Ultima ora