×

Facebook entra in Borsa con una IPO da 10 miliardi di dollari

default featured image 3 1200x900 768x576

Zuckerberg
Facebook si appresta ad essere quotato in borsa.

Per questo motivo, starebbe pensando ad una IPO (Initial Public Offering), necessaria per la valutazione dell’esordio in borsa, per una cifra di 10 miliardi di dollari. L’obiettivo è di puntare ad una valutazione di 100 miliardi di dollari, il doppio del valore attuale di HP.

Il social network è ora sotto l’attenzione degli analisti, che stanno verificando la bontà dell’operazione.

Facebook vuole l’ingresso in borsa per poter remunerare i suoi investitori, sotto la spinta anche della Securities and Exchange Commission (SEC) che sta indagando sull’eccezione di trasparenza garantita alle aziende con meno di 500 investitori in relazione al valore di Facebook.

Il social network avrebbe utilizzato sistemi di investimento a fondo unico, come quelli organizzati da Goldman Sachs, in maniera piuttosto scaltra.

Sembra intenzionata a superare la quota dei 500 investitori, che permetterebbe all’azienda di non rendere pubblici i libri contabili, con un’IPO inferiore ai 10 miliardi di dollari, che è pur sempre una cifra notevole per un attore che opera esclusivamente online.

Il 2011 ha già visto l’esordio miliardario di altre aziende ICT, tra cui Groupon.

Proprio per questo motivo si teme il pericolo di una nuova bolla web, come quella dei primi anni 2000, che potrebbe giungere con una sopravalutazione delle aziende i cui profitti si basano su beni di natura immateriale e sulla pubblicità, fattori questi che hanno permesso a Facebook un fatturato di 4 miliardi di dollari.


Utenti connessi

Contents.media
Ultima ora